Monthly Archives: febbraio 2008

The Jains: Goddess In You

Camicia di flanella in omaggio Le The Jains sono una band al femminile composta da due elementi, e naturalmente vengono presentate come portatrici di “sensualità in chiave rock”. Ovvio, visto che si tratta di due donne. Non importa se altre ...

Leggi »

Liquido: Zoomcraft

Reload The Mash-Up Probabilmente vi ricorderete di loro per “Narcotic”, canzone dalla melodia ad alta fischiettabilità che ha consentito a stanchi DJ rock e a insignificanti cover band di risollevare le sorti di molte feste. Sono passati dieci anni e ...

Leggi »

Offlaga Disco Pax: Bachelite

Esiste(va), lo so! Dopo un esordio folgorante e una serie interminabile di concerti in giro per l’Italia, la gioiosa macchina da guerra degli OfflagaDiscoPax giunge all’attesissima seconda prova. E l’evoluzione è tangibile, sia dal punto di vista musicale che da ...

Leggi »

Elf Power: In A Cave

La scuola di Athens La storia degli Elf Power, iniziata una quindicina di anni fa, è costellata da incontri con alcuni tra i più importanti esponenti dell’aristocrazia alternativa statunitense: oltre ad aver aperto i concerti dei Wilco e dei concittadini ...

Leggi »

Charlottefield: What Are Friends For

Can I Scream? Sui Charlottefield aleggia il terribile spettro della maturità artistica. Perché se essa dovesse essere raggiunta secondo le coordinate evolutive imposte con questo nuovo album, per la band si prospetterebbe un futuro non del tutto auspicabile. Se il ...

Leggi »

Stormwarrior: Heading Northe

Ogni paese ha il suo Sanremo Scoperti da Kai Hansen, che vi aveva visto un giusto clone delle proprie radici, gli Stormwarrior hanno appena finito di lanciare un live album che riepiloga immaturamente un’attività di studio ancora limitata (l’omonimo “Stormwarrior” ...

Leggi »

Dug Pinnick: Strum Sum Up

Sporco di terra e col sorriso stampato Doug, detto Dug, anima dei King’s X, dei quali materializza la voce e il basso, ha diritto, anche lui, alle ferie retribuite. Il suo divertimento – come è un po’ costume di tutti ...

Leggi »

Steve Stevens: Memory Crash

Conservatori oltranzisti Lasciando alle stringhe di Google i dettagli sull’interminabile carriera di Steve Stevens (qui basterà ricordarlo come spalla armata di Billy Idol e Vince Neil), il suo quarto album solista suona come un documentario degli anni ’80, quando l’intera ...

Leggi »

Bill Cutler: Crossing The Line

Un’enciclopedia del folk-rock in formato tascabile De Sanctis scriveva che la semplicità è la forma della vera bellezza. E del precetto estetico ne deve aver fatto tesoro il noto songwriter e produttore californiano, nonché chitarrista, Bill Cutler. Un album ideato ...

Leggi »

Paul Gilbert: Silence Followed By A Deafning Roar

Il doppio binario di Paul Considerato tra i dieci migliori guitar hero della scena heavy-rock, Paul Gilbert ha speso la prima parte della propria carriera (con i Racer X) dimostrando un’indomita velocità, coniugandola con la melodia nella seconda parte (con ...

Leggi »
Scroll To Top