Monthly Archives: dicembre 2009

Il Grande Cocomero

Degrado della sanità pubblica Arturo, neuropsichiatra infantile, conosce Valentina soprannominata Pippi, una ragazzina affetta da epilessia. Inizia così la storia di questo caso clinico, dove l’epilessia non viene vista solo come una malattia ma come unica soluzione ai problemi della ...

Leggi »

Mary J Blige: Stronger With Each Tear

Più forte ad ogni lacrima Nono album in studio per Mary J Blige, artista americana del panorama soul e r’n’b che non solo a breve festeggerà i 20 anni di carriera, ma che può già vantare 9 Grammy Awards, circa ...

Leggi »

The Bravery: Stir The Blood

Il coraggio paga Terzo disco per The Bravery, band americana che si era già fatta notare con il primo cd omonimo, ma che non aveva convinto nel 2006 con “The sun and the moon”. Una prova del nove, dunque, che ...

Leggi »

Serpico

La solitudine del cittadino - Sai a chi hanno sparato? A Serpico. - E chi è stato, un poliziotto? Serpico è un poliziotto onesto. Per tale, ogni collega di New York, o quasi, è disposto a farlo fuori. Le prime ...

Leggi »

La Principessa E Il Ranocchio

La favola di New Orleans, principessa triste C’è New Orleans. E ci sono gli influssi jazz, che riescono a rendere sopportabili perfino le canzoni, di solito orripilanti. E ci sono una marea di ambientazioni fantastiche, lucciole, paludi, maghi voodoo, streghe ...

Leggi »

Il carnaio dei Melvins

I Melvins, la storia della musica, da Aberdeen sono arrivati al Magnolia per la gioia di Simone Ravasi (che fa parte dello staff). I fan della band accalcati sotto il tendone che, come me, li vedono (vedono? io non ho ...

Leggi »

Devocka: Perché Sorridere?

Se penso a cosa c’è sotto poi io non mi sento bene L’album “Perché Sorridere” è pungente e di impatto, con una sezione ritmica molto decisa. Si ascolta questo bell’album e vengono in mente tante band italiane, in primis i ...

Leggi »

L’uomo dalla culla alla tomba (con il bis)

Qualunque secchione della musica cresciuto negli anni ’90 avrà sognato, a più riprese nel corso della vita, di diventare Graham Coxon, da grande: ha gli occhiali grossi e rasenta l’antisociale, E ALLORA? Guarda un po’ cosa fa con la chitarra ...

Leggi »

Un sabato sera classico o alternativo?

Il terzetto del New Jersey, band culto per indie rockers, è ospite, per l’unica data italiana del tour autunnale, dell’Auditorium Flog di Firenze. Il pubblico è eterogeneo: molti italiani (che, contrariamente alle previsioni, superano in numero la nutrita comunità americano-fiorentina), ...

Leggi »

Giusy Ferreri: Fotografie

Essere deboli in un mare verticale (Titolo tratto dall’articolo di Alessia Besuzzi, molto azzeccato e dunque qui riproposto) Prima un EP di cover nel 2008. Poi un disco vero, di canzoni scritte da altri, sempre nel 2008. E non c’è ...

Leggi »
Scroll To Top