Monthly Archives: Maggio 2010

Il ritorno della Venere Nera

Les jeux sont fait e la Venere nera ritorna a calcare nuovamente i palchi europei. Le aspettative sono tante, le emozioni indescrivibili ed il clamore incontenibile. Questa è l’attesa per una grande star che manca da troppo tempo e che ...

Leggi »

Stornoway: The Beachcomber’s Windowsill

Folk is hip Immagino che nessuno sarebbe in grando di negare che il trend folk si sia pericolosamente allargato in terra Albionica. La nota positiva è che le uscite mediamente hanno un livello alto, la nota negativa è che, come ...

Leggi »

Harlem: Hippies

Lo-Fi male “Hippies” è il secondo lavoro degli Harlem, trio dedito a un indie pop/rock sguaiato e a bassa fedeltà, in bilico tra spunti melodici e rumorose divagazioni nella scia del filone no-fi che tanto ha fatto discutere negli ultimi ...

Leggi »

Niente di buono sul fronte occidentale

Si inaugura al Land of Live di Legnano il tour dei Ministri che anticipa il terzo album in uscita il prossimo autunno. La band può ormai contare su uno zoccolo duro di fan che non attendeva l’ora di poter cantare ...

Leggi »

Ariel Pink’s Haunted Graffiti: Before Today

Andare aventi tornando indietro Ariel Pink, per chi non lo sapesse, è un musicista folle e geniale, compositore ironico ma estremamente attento al gusto per la melodie, costantemente in bilico fra avanguardia e pop music, uno dei tanti trademark della ...

Leggi »

General Elektriks: Good City For Dreamers

French-American Dietro il nome General Elektriks si nasconde il musicista francese Hervé Salters che, trasferitosi negli States dopo diverse esperienze che lo hanno visto tastierista di varie band, decide di dar vita al suo progetto solista. Esattamente come l’esordio, “Good ...

Leggi »

Echo: Prima Parte

Soltanto echi L’unica novità che porta questo gruppo è soltanto il modo di presentarsi al pubblico con l’uscita di due EP nel giro di pochi mesi. Gli Echo sono una band torinese che offre un rock pop commerciale (anche negli ...

Leggi »

Angus & Julia Stone: Down The Way

Cuordipietra Secondo full-length per i due fratelli australiani che già alla prova dell’esordio (“A Book Like This”, 2007) avevano dimostrato di avere emozione ed intimismo da distribuire in cestelli. “Down The Way” li vede proseguire nel loro percorso folkereccio, con ...

Leggi »

Cocorosie: Grey Oceans

Se fate una mossa sparo All’inizio, non proprio all’inizio-inizio (la copertina agghiacciante) ma almeno alla prima traccia, si direbbe benissimo di questo quarto album delle CocoRosie: cominciano con uno dei capitoli più cupi e spettrali della loro storia, “Trinity’s Crying”. ...

Leggi »

MGMT: Congratulations

Complimentoni A vederli in faccia non gli si darebbe manco una lira, eppure Andrew VanWyngarden e Ben Goldwasser ci sanno fare, eccome. Dopo capolavori quali “Kids”, “Time To Pretend” ed “Electric Feel” qualcuno potrebbe azzardare un “Ok, la loro carriera ...

Leggi »
Scroll To Top