Monthly Archives: ottobre 2010

H. O. T.: Vite spezzate in fuga

Sono in vendita. Parte di me è in vendita. Quello di cui hai bisogno, io lo posseggo. Allunga un bisturi e sarà tuo, allunga del danaro e tu sarai salvo. Il dazio una cicatrice che squarcia il corpo, lo mortifica ...

Leggi »

The Poodles: No Quarter

No what? Cinque anni di carriera e tre album ed ecco sfornato il primo live per gli svedesi The Poodles. Hard rocker che strizzano l’occhio al metal, immortalati nel 2009 durante una data del tour “Clash of The Elements”. In ...

Leggi »

Flamingo Tour

La fila ovviamente è cominciata fin dal grigio mattino per le fan più sfegatate e agguerrite, le quali raccontavano della delusione di Flowers dovuta alla poca partecipazione del pubblico tedesco durante il concerto della sera prima a Colonia. Su uno ...

Leggi »

Zio Nick vs la Security

Nick Cave con la divisa di ordinanza (camicia bianca, abito nero) è salito sul palco del Live di Trezzo d’Adda con i Grinderman alle 21.45 del 6 ottobre. È carico. Suona per tutto il concerto facendo gesti, indicando, facendo anche ...

Leggi »

The Horde

Poliziotti e criminali Vs Zombie Quattro poliziotti decidono di vendicare un loro collega ucciso da uno spacciatore che vive in un edificio della periferia francese. Una volta arrivati sul posto, però, dovranno affrontare la minaccia di un gruppo sempre più ...

Leggi »

Röyksopp: Senior

I Royksopp sono cresciuti, ora sono “Senior” Quarto disco per i Royksopp. L’affiatata coppia norvegese riesce sempre a rinnovarsi disco dopo disco, ripercorrendo sì i suoni che l’hanno resa famosa, ma mettendo sempre qualcosa di nuovo in quanto ad atmosfere ...

Leggi »

Madame Lingerie: D’Amore, Soldi E Vendetta

Ecco a voi gli Interpol italiani (ma non troppo) In origine furono i Joy Division. Poi, vent’anni dopo, arrivò l’ondata firmata Interpol, Editors, Cinematics, Departure, White Lies (potremmo continuare all’infinito), tutti cloni: sound uguale, voci uguali, insomma, l’impressione era di ...

Leggi »

Ulan Bator: Tohu Bohu

Il post-rock è tutta un’altra cosa Niente da fare. Dopo i buoni “Ego:Echo” e “Nouvel Air” si pensava che gli Ulan Bator potessero entrare di diritto nell’Olimpo del post-rock. E invece no, siamo nuovamente qui a raccontare, come successo per ...

Leggi »

Zaz: Zaz

Jazz e fiorellini “Zaz” è un album che, in massima parte, è da biciclettata in primavera. I pezzi sono per lo più scanzonati e gioiosi, anche se il CD non manca di canzoni più intimistiche. Il genere è jazz swing, ...

Leggi »
Scroll To Top