Monthly Archives: novembre 2010

Molto più di un catetere

Qualche tempo fa, la dolce e cara vecchietta di Titanic è morta. Non nel senso che è morta nel film. E neanche nel senso che qualche tempo fa cioè tipo l’altroieri. Più tipo che è morta un mese e mezzo ...

Leggi »

Dal 12 novembre – Facebook inonda anche il cinema

Si comincia con un film molto curioso, “Devil“, in cui cinque sconosciuti si ritrovano bloccati in un ascensore e si renderanno presto conto che uno di loro nasconde delle terribili verità. Se riuscirà a mantenere ben salda e ritmata l’unità ...

Leggi »

A 500 milioni piace questo elemento

In un mondo in cui si ha poco tempo, quello che si dedica all’ascolto del prossimo è ormai prossimo allo zero. “The Social Network“, storia romanzata della nascita del sito più popolato del web, racconta prima di tutto una vicenda ...

Leggi »

Come Una Crisalide: The new Italian way to horror

Novità: nel cinema italiano esiste anche il filone horror. Nota di giubilo. Dario Argento non è solo, ha creato una vera e propria scuola di epigoni, suoi devoti, che nei confronti del Maestro contraggono più di un debito, e tutto ...

Leggi »

Un cult del cinema indipendente

Il regista danese Nicolas Winding Refn, nuovo enfant sauvage del cinema indipendente nordeuropeo, applaudito a Venezia per l’horror “Valhalla Rising”, torna in Italia con “Pusher“, la spietata trilogia criminale che lo ha lanciato in tutto il mondo. In esclusiva al ...

Leggi »

Sopravvivere alla vita

“Rabbit Hole” traccia il confine sottile tra disperazione e speranza, è l’incontro tra la morte e la vita, la comunione tra gioia e tristezza. Non è semplice mettere insieme emozioni e stati d’animo così diversi, ma la regia delicata e ...

Leggi »

Dreamend: So I Ate Myself Bite By Bite

Piccoli sfizi Il progetto Dreamend di Ryan Graveface è incentrato sul concetto di libertà artistica. Passato da un post rock minimale al dream pop, arriva a questo “So I Ate Myself Bite By Bite” mettendo in campo un folk moderno, ...

Leggi »

Twin Shadow: Forget

Ritorno al passato George Lewis Jr. è un tipo baffuto, che sembra un po’ un misto tra un sultano d’oriente, Darwin Deez e un terrorista iraqeno. Nonostante ciò, la sua musica colpisce fin dal primo ascolto. Nato e cresciuto nei ...

Leggi »
Scroll To Top