Monthly Archives: Gennaio 2011

Crowbar: Sever The Wicked Hand

A denti stretti Con “sludge” si intende fango, melma, acqua di scolo. Fedelmente, i Crowbar piazzano chitarre lente e sofferenti, pesanti in maniera esasperante, piene di nerissimo groove, oppure veloci, frenate di colpo e poi rilasciate ma solo a scatti. ...

Leggi »

Destruction: Day of Reckoning

Il troppo che stroppia Una batteria letteralmente senza freni, dalla costanza terrorizzante, è solo il maggiore degli elementi che accumuna le undici tracce del’ultimo lavoro dei Destruction. Il vortice verso le fiamme che introduce il manifesto “The Price” mette le ...

Leggi »

Theatre Des Vampires: Moonlight Waltz

Cara, ma che canini lunghi che hai! In principio, alle radici del gothic, c’è l’interesse per l’oscurità, la decadenza, lo studio dei lati anti-vitali della mente umana, le incarnazioni romantiche del male. Romantiche quindi immaginarie. Immaginarie quindi, in questo caso ...

Leggi »

Secret Sphere: Archetype

A spasso nella sfera Superata la fuoriuscita dell’axeman storico Paolo Giantotti, gli alessandrini Secret Sphere tornano con un disco di canonicissimo power che fa sbottare fin da subito, dato che l’unica cosa che rimane della seconda traccia è il coro ...

Leggi »

Cold War Kids: Mine Is Yours

Torta sulla ciliegina “Behave Yourself” era soltanto un preludio per Nathan Willet e soci. Abbandonata definitivamente la curvatura pop che avevano assunto con l’uscita di singoli quale “Hospital Beds”, i bimbi della guerra fredda decidono di amare le trame sofisticate ...

Leggi »

The Go! Team: Rolling Blackouts

Nucleofili a manetta Pronti… Partenza… Via! Il sestetto di Brighton, apprezzato dal pubblico europeo (e non) per aver rivoluzionato i canoni dell’indie rock, facendogli assumere le tinte di Bollywood, della scherzosità e dell’hip-hop in stile old school, torna sulla scena ...

Leggi »

The Eighties Matchbox B-Line Disaster : Blood & Fire

Bel sudiciume TEMBD, TEMBLD, 80s, Eighties Matchbox. Chiamateli come volete, questi quattro individui provenienti da Brighton, Regno Unito. Tanto per la proprietà commutativa il risultato non cambia. Il terzo album della band psychobilly è un concentrato di sporcizia e crudeltà ...

Leggi »

Wire: Red Barked Tree

Caro amico post-punk Era l’ottobre del 1976, quando Colin Newman, Graham Lewis, Bruce Gilbert e Robert Gotobed accidentalmente si ritrovarono tutti a Londra ed optarono per l’associazione (non a delinquere) sotto il nome di Wire. Quella che, poi, sarebbe divenuta ...

Leggi »
Scroll To Top