Monthly Archives: dicembre 2012

Lost in distribution: Dell’invisibilità del buon cinema

Ovvero, se volete vederli dovete scaricarli (illegalmente) Ogni anno è sempre il solito italico ritornello: si dà un’occhiata alla stagione precedente e ci si ritrova con una sconfortante lista di titoli di qualità mai acquistati dalla distribuzione o lasciati marcire ...

Leggi »

Musica post abbuffate!

Avete esagerato con pandori e panettoni? I brindisi sono stati così numerosi che avete perso il conto delle calorie ingerite? Delle 24 ore giornaliere sono più quelle che avete passato con le gambe sotto al tavolo che altro? È tempo ...

Leggi »

Frankenweenie

Ritorno alla magia delle origini Victor Frankenstein è un ragazzino solitario, appassionato di scienze e di cinema. Ha un solo vero amico, il cagnolino Sparky, ma non c’è da stupirsi visto che i suoi compagni di classe sembrano usciti da ...

Leggi »

Zero Dark Thirty

Dark Bigelow 30 (cum laude?) “Zero Dark Thirty” riprende lo scenario di “The Hurt Locker” e porta avanti la riflessione di Kathryn Bigelow e del suo sceneggiatore Mark Boal sulle possibilità del cinema. Se il film precedente era un formidabile ...

Leggi »

Un Sapore Di Ruggine E Ossa

Il sapore dei corpi feriti Dopo l’inesorabilità tragica de “Il Profeta” Jacques Audiard spinge l’acceleratore sul melò e scolpisce un film crudo e infuocato che tocca l’anima e resta dentro come pochi altri titoli questa stagione. Presentato in concorso a ...

Leggi »

Ruby Sparks

Gli uomini preferiscono le bambole Cosa accadrebbe se all’improvviso la donna dei vostri sogni vi si materializzasse davanti agli occhi e poteste farle fare tutto ciò che desiderate? È quello che capita a Calvin (Paul Dano), giovane romanziere in fase ...

Leggi »

La Bottega Dei Suicidi

Suicidio senza verve In una metropoli grigia, priva di alberi, in cui la gente ha musi lunghi da sfiorare l’asfalto, e le auto sono imbottigliate in un traffico senza vie d’uscita, c’è una bottega i cui affari vanno a gonfie ...

Leggi »

La libertà della fede

L’ultimo lavoro di Ang Lee non è soltanto uno degli esempi finora più riusciti di autorialità in 3D. Adattando per lo schermo il bestseller di Yann Martel, da più parti giustamente definito infilmabile, e potendo contare su un budget hollywoodiano, ...

Leggi »

Poker d’attori

Dopo l’esordio col western australiano “La Proposta” e la trasposizione da Cormac McCarthy riuscita a metà e che pure nello scenario ricordava una sorta di western apocalittico, John Hillcoat torna al cinema con una storia che si può intendere come ...

Leggi »
Scroll To Top