Home > Recensioni > 36 Crazyfists: The Tide And Its Takers
  • 36 Crazyfists: The Tide And Its Takers

    36 Crazyfists

    Data di uscita: 27-05-2008

    Loudvision:
    Lettori:

Variazioni sul tema

Il disco che segue la dipartita dei 36 Crazyfists dalla Roadrunner in favore della Ferret si presta a varie interpretazioni. L’approccio vocale di Brock Lindow era e rimane uno dei grandi punti di forza del combo originario della gelida Alaska, acuendo in questo capitolo, se possibile, l’appeal violento e aggressivo tipico del mood più in your face della band. Gli inserti melodici cui siamo stati abituati già in passato continuano a condire i brani di “The Tide And Its Takers” e nella fattispecie ci imbattiamo anche in alcuni scorci di female vocal. L’incontro con questo nuovo platter finisce però per shakerarci attraverso uno spettro di contaminazioni che oscillano molto (forse troppo) dal nucleo centrale (e primordiale) tipicamente metalcore, tanto da suggerire anche quelle silhouette emo che oggi come oggi troneggiano negli ambienti più main della musica.
Al di là delle interpretazioni più o meno puriste sulla natura musicale dei 36 Crazyfists, rimane indiscutibile il buon prodotto che ancora una volta riescono a confezionare e che riesce a collocarsi in quella particolare nicchia che oramai da anni li vede protagonisti.
Gustoso, da valutare anche per chi solitamente mal digerisce la proposta dei quattro americani.

Scroll To Top