28° Festival Mix: al via a Milano il cinema gay e queer

Al via il 19 giugno a Milano, nella consueta sede del Teatro Strehler, la ventottesima edizione del Festival Mix di cinema gaylesbico e queer culture.

Anche quest’anno festa di inaugurazione sul “sagrato” dello Strehler, ma soprattutto film. E sono due quelli che saranno proiettati giovedì 19 giugno.

Il primo, alle 21 in sala grande, è “Something must break” di Ester Martin Bergsmark, svedese. Storia d’amore in una Svezia fatta di dark room e battuage, e film sulla ricerca di sé, come dimostrano i due protagonisti: il primo bello e androgino, l’altro dark e misterioso, entrambi rifiutano di definirsi gay, chi perché afferma la propria eterosessualità chi perché, al contrario, vorrebbe essere donna.

E poi, alle 22.30, “Il diritto del più forte”, classico di Rainer Werner Fassbinder, regista che quest’anno sarà protagonista del festival anche con un’altra iniziativa: la maratona-reading che vedrà impegnate venti voci (cioè gli allievi delle scuole di teatro milanesi Paolo Grassi, Atir Teatro, Animanera e Quelli di Grock) a leggere la biografia “Un giorno è un anno è una vita” di Jürgen Trimborn, pubblicata in Italia dal Saggiatore.

Non solo film, quindi. C’è anche “L’altro Martemix” – che prende il nome dalla storica trasmissione di Radio Popolare “L’altro martedì” – minirassegna di eventi che comprende il seminario “Blue Orphée” di domenica 22 giugno alle 18 – i cui Thomas Waugh parlerà dell’invecchiamento in Jean Cocteau, Derek Jarman, James Broughton e Joris Ivens attraverso estratti dei loro film – e l’incontro su “Omofobia e rifugiati” di lunedì 23 giugno alle 19.

Per il programma www.festivalmixmilano.com.

Scroll To Top