65° Mostra del cinema: Baby Festival

“L’Italia è il Paese più longevo d’Europa”, scrivevano i giornali qualche settimana fa. Poi è cominciata la Mostra del Cinema di Venezia e tutti ci siamo accorti che i minorenni sono i grandi protagonisti. Si passa quindi dai giovani registi – quelli che non vanno comunque sotto gli anta – ai loro giovani soggetti preferiti.
Che ci sia una vaga somiglianza con quei ragazzini sudamericani impiegati nei minuziosi lavori artigianali? Be’, pare scoppiato anche nella settima arte lo sfruttamento di giovani storie.
Muller non porta di certo Moccia in rassegna, ma quanti dei titoli hanno personaggi giovanissimi? Dalla figlia non voluta di Charlize Theron in “The Burning Plain”, ai bambini rumeni da salvare di “PA-RA-DA”, ai ragazzini messicani che scappano da casa di “Voy A Explotar”, fino a tutti i giovanissimi presentati alle Giornate degli Autori.
Sì, siamo longevi, ma i fondi son sempre di meno. Che sia tutta una questione di budget?
Ma no, non stiamo a pensar male… In fondo i mini attori accompagnati dai genitori pesano di più sui costi di alloggio!

Scroll To Top