65. Mostra del Cinema di Venezia: Kechiche presiede giuria per il Leone del Futuro

“Viaggio alla Mecca” di Ismael Ferroukhi, “13 – Tzameti” di Gela Babluani, “Khadak” di Peter Brosens e Jessica Woodworth, “La zona” di Rodrigo Plá: sono solo i titoli delle ultime pellicole che alla Mostra del Cinema di Venezia si sono aggiudicate il Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima Luigi De Laurentiis. Il riconoscimento premia uno tra tutti i lungometraggi di debutto presentati nelle diverse sezioni della Mostra.

Quest’anno, alla 65esima edizione della rassegna diretta da Marco Müller, la giuria del premio che guarda al futuro sarà presieduta dal regista Abdellatif Kechiche che col suo “Cous Cous” ha portato a casa l’anno scorso il Premio Speciale della Giuria e il premio per la miglior attrice emergente.

A comporre la giuria saranno la giovane attrice brasiliana Alice Braga – affermatasi in pochi anni grazie a film latino-americani e produzioni indipendenti statunitensi-, il regista e produttore statunitense Gregory Jacobs – legato al cinema di Steven Soderbergh con cui collabora da quindici anni -, il poliedrico Donald Ranvaud – storico e critico, produttore e regista -, Heidrun Schleef – sceneggiatrice di punta del cinema italiano d’autore dell’ultimo decennio-.

Al vincitore andranno 100.000 USD messi a disposizione da Filmauro di Aurelio De Laurentiis, che saranno suddivisi in parti uguali tra il regista e il produttore. Al regista andrà inoltre un buono di 40.000 Euro da spendere in pellicola offerto da Kodak.Fonte: Ufficio Stampa La Biennale di Venezia

Scroll To Top