A Civitavecchia: Favino raconta il cinema di ieri

Il Progetto “Cinema&Storia/100+1. Cento film e un Paese, l’Italia”, promosso dalla Provincia di Roma e dall’Associazione Giornate degli Autori, con la collaborazione di Cinecittà Luce e con il sostegno della Direzione Generale per il Cinema del MiBAC, dopo i tre incontri dedicati alla formazione degli insegnanti che si sono tenuti tra febbraio e marzo, entra nel vivo della sua seconda fase con alcuni incontri tra i protagonisti della cinematografia italiana e gli studenti delle scuole medie superiori.

Il primo appuntamento – “Carta bianca a Pierfrancesco Favino: un attore di oggi racconta il cinema di ieri” con la partecipazione del critico Fabio Ferzetti e del regista Mimmo Calopresti – rilegge attraverso una serie di scene chiave la grande tradizione interpretativa del nostro cinema e le sue diverse anime con gli occhi di uno dei più affermati e poliedrici attori dei nostri giorni.

L’obiettivo di “Cinema&Storia/100+1. Cento film e un Paese, l’Italia”, presentato prima a Venezia durante l’ultima Mostra internazionale d’Arte Cinematografica e poi a Roma al cinema Nuovo Olimpia il 23 novembre scorso, è ripercorrere la piccola e la grande storia del Novecento insieme agli studenti degli istituti superiori di Roma e provincia, attraverso il grande cinema italiano.

Durante gli incontri, studenti e docenti, grazie alla partecipazione di registi, attori, critici e storici, hanno l’occasione di vivere momenti di riflessione e di confronto per approfondire la storia del nostro Paese e rileggere il presente alla luce di un passato fatto d’immagini, storie, sentimenti, personaggi che fanno parte della cultura italiana popolare dal Secondo dopoguerra in poi.

I film selezionati per la prima edizione del Progetto sono: “Napoletani A Milano”, di Eduardo De Filippo (1953); “I Magliari”, di Francesco Rosi (1959); “Tutti A Casa”, di Luigi Comencini (1960); “La Lunga Notte Del ’43″, di Florestano Vancini (1960); “Io La Conoscevo Bene”, di Antonio Pietrangeli (1965); “I Pugni In Tasca”, di Marco Bellocchio (1965); “Un Borghese Piccolo Piccolo”, di Mario Monicelli (1977).

Questi sette film, individuati nell’ambito di altrettanti moduli tematici e acquisiti grazie al sostegno di Cinecittà Luce, rappresentano il primo segmento di una library per le scuole, dedicata al cinema e destinata a crescere nei prossimi anni. Ad essi verrà allegato un Dvd di guida alla visione e materiali extra, curato da Giuliana Gamba.

Scroll To Top