AC/DC: Diamo i numeri?

Correlati

Amici rockettari, in particolare voi che non vi scandalizzate davanti ai numeri di vendita di dischi del vostro gruppo preferito, gioite.

Stando infatti alle prime informazioni e proiezioni di vendita che arrivano dagli Stati Uniti, gli AC/DC, con il loro nuovo album “Black Ice”, sarebbero in lizza per migliorare il record di vendite di Lil Wayne, che nel solo mese di giugno, aveva realizzato un totale vendite di oltre un milione di copie dell’album “Tha Carter III”.
Attraverso una particolare forma di distribuzione (di cui già abbiamo detto, in precedenti news), “Black ice” dovrebbe chiudere la prima settimana di presenza nei negozi oltre le 800 mila copie vendute. Se così stessero le cose, si tratterebbe del disco rock più venduto in America negli ultimi due anni (i Coldplay di “Viva la vida” si sono fermati a 721 mila copie), e anche del best seller assoluto della Sony BMG nello stesso arco di tempo, dal momento che “As I am” di Alicia Keys (uscito nel novembre del 2007) si è finora fermata a quota 742 mila copie.

Nel resto del mondo “Black ice” conferma il trend positivo (e in tutta franchezza, alzi la mano chi se l’aspettava): in Gran Bretagna ha venduto 45 mila copie nel giorno di uscita, più del doppio di “Off With Their Heads” dei Kaiser Chiefs, mentre in Germania sarebbe già arrivato a quota 250 mila copie. Gli AC/DC dovrebbero anche debuttare in vetta alle classifiche in Italia così come in Francia, Svizzera, Austria, Olanda, Irlanda, Danimarca, Norvegia, Portogallo, Canada e Australia.

A questo punto, dire “you can’t stop rock’n’roll!” sarebbe fin troppo banale.

Scroll To Top