Acquedolci Indipendent Film Festival: Un successo per la seconda edizione

Tre giorni di manifestazione, 22 opere proiettate, 143 opere pervenute da tutta Italia e dall’estero: queste le cifre della II edizione dell’Acquedolci Independent Film Festival,concorso di cortometraggi organizzato dalla Pro Loco di Acquedolci (Me) e dalla Psycholand, con il patrocinio del Comune di Acquedolci e della Provincia Regionale di Messina.

Vincitore di quest’edizione “Bab Al Samah” di Francesco Sperandeo, premiato il 13 settembre scorso “per aver saputo raccontare attraverso la storia di Mehdi le discriminazioni e le umiliazioni subite in ogni parte del mondo ed in ogni latitudine a causa della propria condizione sociale”. Lo stesso corto si è aggiudicato anche il Premio Goowai per la fotografia, per aver creato, attraverso luci e colori, un’atmosfera che coinvolge e trasmette emozioni, oltre al premio MineMed per la miglior colonna sonora.

Molti i premi minori assegnati: a “Into The Light” della giovanissima regista Alice Caronna è stato attribuito il premio della Stampa, a “Granosangue” di Albero Gatto il Premio Ecoplast.
Miglior corto AIFF/ scuola a “I Nuovi Mostri” di Roberto De Feo, miglior corto AIFF/Sicilia a “Ficurinie” di Marco Gozzo” a cui è andato anche il premio Lamantino Brothers, miglior AIFF/Documentario a “Rovine Con Iscrizioni Chiare” di Nello Calabrò, miglior corto AIIF/animazione a “El Misterio Del Pez” di Giovanni Macelli, miglior AIFF/ video Clip a “Les Grands Chevaux” di Joris Clertè.

Scroll To Top