Adam Carpet: il 4 febbraio l’album omonimo

A un anno esatto dall’uscita digitale del primo album, omonimo, di Adam Carpet, il disco arriva nei negozi (distribuito da Edel) con l’aggiunta di due bonus track che portano a dodici le tracce totali.
Registrato al Mono studio di Milano per Rude Records l’album, anticipato dai singoli Babi Yar e I Pusinanti, ha come protagonisti Diego Galeri (Timoria, Miura), Alessandro Deidda (Le Vibrazioni, i Cosi), Edoardo “Double t” Barbosa, Giovanni Calella (Kalweit and The Spokes), Silvia Ottanà.

Due batterie (Diego e Alessandro) due bassi elettrici (Edoardo e Silvia), chitarra/synth (Giovanni) e un’attitudine squisitamente strumentale tra elettronica e certo post-rock. A questo particolare punto di partenza si aggiunge poi il dettaglio del mapping, che accompagna il live show della band nel tentativo di regalare un concerto unico, fatto di musica e immagini.
Ai dieci brani già editi vanno ad aggiungersi Dreamcity (brano dei Frigidaire Tango che la band ha riarrangiato per la compilation tribute uscita nel 2013) e Future Teen Idol, inedito.

Track List

1- Carpet
2- Manmasquerade
3- Carlabruni?
4- I Pusinati
5- Human Crossing
6- Babi Yar
7- Cowgirl in the showe
8- Jazz Hammerhead
9- Krokus’ Magnet Store
10- The Charge
11- Future Teen Idol
12- Dreamcity

Scroll To Top