Addio a: Pete Postlethwaite

Probabilmente il suo nome, e quel cognome quasi impronunciabile, non diranno molto ai più. Ma Pete Postlethwaite è stata una delle facce più ricorrenti del cinema anglofono.

Britannico, nato nel 1946, sin da giovane entrato nella prestigiosa Royal Shakespeare Company, l’attore si è spento all’età di 66 anni, dopo una lunga malattia. Aveva esordito al cinema con Ridley Scott, ne “I Duellanti”, per poi partecipare all’”Amleto” di Zeffirelli, a “L’Ultimo Dei Mohicani” e ad “Alien 3″, tra gli altri.

Ha lavorato incessantemente sino alla fine, regalandoci le sue due ultime performance in due dei film più belli dell’anno appena passato: “Inception” di Nolan e “The Town” di Affleck.

Ricevette una meritata nomination all’Oscar come non protagonista per il ruolo di Giuseppe Conlon in “Nel Nome Del Padre” di Jim Sheridan, dove condivideva la scena con Daniel Day-Lewis.

Steven Spielberg lo ha definito “Il miglior attore del mondo”.

Scroll To Top