Addio a Mango, morto per infarto dopo un concerto

È morto per un infarto all’età di 60 anni Giuseppe Mango, poco dopo un concerto a Policoro, Matera.

Ieri sera era in concerto al Pala Ercole di Policoro, ma durante una delle ultime canzoni in scaletta, “Oro”, si è scusato col pubblico e ha detto di non sentirsi troppo bene. Da lì la corsa in ospedale, dove si sono trasferiti anche molti dei suoi fan per dargli sostegno, ma l’infarto l’ha portato via.

A darne l’annuncio il suo staff questa mattina su Facebook:

“La nostra rondine è volata via nel cielo sbagliato… Pino resterai sempre nel nostro cuore perché come cantavi qualche anno fa ‘Non moriremo mai, il senso è tutto qui’. Ci uniamo al dolore della famiglia.”

Mango nasce il 6 novembre 1954 a Lagonegro, in provincia di Potenza. Dopo che sue canzoni sono finite nei dischi di Patty Pravo e Mia Martini negli anni ’70, nel 1985 vince il Premio della critica al Festival di Sanremo con “Il Viaggio”.

Indimenticabili i suoi “Oro”, “La Rondine”, “Bella d’Estate”, “Nella Mia Città”, “Come Monna Lisa”, “Mediterraneo”, negli anni ha lavorato con Mogol, Lucio Dalla, Franco Battiato, Claudio Baglioni e Andrea Bocelli.

Il suo ultimo lavoro è “L’amore è Invisibile”, contenente tre inediti e sue riletture di brani italiani e internazionali.

Scroll To Top