Alex Britti e il suo “Perché?” contro la violenza sulle donne

Sembrerebbe un amore malato, ma chiamarlo amore non si può“. Così canta il cantautore romano Alex Britti nel suo nuovo singolo “Perché?”, estratto dall’ultimo lavoro “In Nome dell’Amore“. E’ un brano che affronta una tematica scottante: la violenza maschile sulle donne. “La canzone mi è venuta esattamente come è e non l’ho scritta a comando o a richiesta“, ha raccontato l’artista nel corso di un’intervista a Repubblica.

“Perché?” è un gesto spontaneo dell’artista, nato da un giorno all’altro, e che senz’altro le donne apprezzeranno. La speranza è che il messaggio arrivi anche agli ascoltatori di sesso maschile e che vi resti per sempre.  Ma il brano è esclusivamente un aiuto per il “gentil sesso”, soprattutto per quelle donne che riescono difficilmente ad aprirsi. E’ un invito, dunque, a trovare il coraggio di denunciare gli abusi subiti.

Parte degli introiti del brano andranno all’ong W World (da più di 15 anni a difesa dei diritti delle donne e bambini, sia in Italia che nel mondo).

Il videoclip di “Perché?” è stato girato negli studi di Cinecittà con la regia di Ivano De Mattero, e vede la partecipazione dei seguenti attori: Carolina Crescentini, Francesco Montanari, Massimiliano Bruno, Michela Quattrociocche, Andrea Delogu, Luca Lionello, Gian Marco Tognazzi, Rolando Ravello, Caterina Shula,Vincent Riotta, Anna Ferzetti, Giulia Elettra Gorietti,  Fabrizia Sacchi.

Scroll To Top