“Ali Di Carta”: il tema del bullismo visto con gli occhi di Nicolas Bonazzi

Online il video di “Ali Di Carta”, il nuovo singolo di Nicolas Bonazzi.

Selezionato tra i 64 finalisti di Sanremo giovani, il brano (scritto insieme a Marco Rettani) è in assoluto il più personale ed intimo che il cantautore abbia mai scritto. Viene affrontato il tema del bullismo, tanto attuale quanto delicato; ma in questo caso non è visto dall’esterno: è un brano autobiografico, che parte dai ricordi di infanzia di Nicolas. “Ho scritto questo brano lavorando a fondo su me stesso e sulle mie sensazioni di bambino di allora. un bambino che muove i primi passi nel dorato mondo dell’infanzia e della scuola, con uno zaino carico di ingenue speranze sul mondo e sulle persone. Troppo presto inciampa in una nota stonata: la dura prepotenza di qualche coetaneo. Improvvisamente tutto diventa difficile, il sorriso si spegne, e ogni colore si riduce ad una scala di grigi. Quel bambino si vergogna della propria debolezza, si sente sbagliato, e sogna di volare via su un aereo di carta, lontano dalla cattiveria incomprensibile di chi ha bisogno di ferire per sentirsi più forte”: queste le parole dello stesso cantautore. Ma “Ali Di Carta” non è un brano di odio, nè di desiderio di vendetta: quel bambino, diventato ormai adulto, trasformato dalle esperienze di vita, immagina di parlare con chi in passato lo ha ferito in cerca di un confronto, di un riscatto, per poterlo perdonare”.

Il tema centrale è ripreso perfettamente nel video, per la regia di Iacopo TrezziNicolas torna metaforicamente sui luoghi della sua infanzia.

Scroll To Top