Amaury Cambuzat: Libro e cd per raccontare gli Ulan Bator

Correlati

Dopo una lunga serie di live come solista, Amaury Cambuzat ha deciso alla fine di registrare e di ri-arrangiare completamente in versione acustica, elaborata personalmente, alcuni brani che hanno fatto la storia degli Ulan Bator, band di cui è membro fondatore.
Nel libro, invece, troverete i relativi testi accompagnati da disegni realizzati per questo progetto sempre dallʼartista francese.
Si tratta di un lavoro a tiratura limitata di sole 300 copie in totale. Il cd è inserito nel libro e non è possibile la sua vendita separatamente. Inoltre, qui potete ascoltare l’album intero in streaming:  https://acidcobra.bandcamp.com/album/amaury-cambuzat-plays-ulan-bator

 

Tracklist di “Amaury Cambuzat Plays Ulan Bator”:

La Joueuse de Tambour (album Ego:Echo-2000)
Mister Perfect (album Tohu-Bohu-2010)
Lumière Blanche (album Végétale-1997)
Pensées Massacre (album Rodeo Massacre-2005)
Hiver (album Ego:Echo-2000)
Terrorisme Erotique (album Nouvel Air-2003)
Embarquement (album Végétale-1997)
Along The Borderline (brano inedito-2011)
Soeur Violence (album Ego:Echo)
Torture (album Rodeo Massacre-2005)

ALBUM credits
Arrangiato, suonato e registrato da Amaury Cambuzat al Cabin in the woods, Arezzo, primavera 2014.
Mixato da Alex Cominsky al Cheap Studio, Treviso, novembre 2014.
Masterizzato da Nicola Manzan.

BOOK credits
Artwork e disegni di Amaury Cambuzat AKA Acid Cobra.
Impaginazione di Amaury Cambuzat, grafiche “remixate e prodotte” da Kain Malcovich.
Foto di copertina di Jordi Siena.

BIOGRAFIA

Il polistrumentista francese Amaury Cambuzat fonda gli Ulan Bator nel 1993.
Negli anni, la sua sarà una produzione infaticabile, che può annoverare ben dieci album sotto il marchio Ulan Bator ma non solo… Fin dal 1996 collabora con la storica formazione dei tedeschi Faust; registra due album col side-project Chaos Physique e tre album solisti. Tutta la sua discografia colleziona un ampio consenso trasversale, di pubblico e critica.
Ha collaborato con nomi noti della scena indipendente internazionale come Robin Guthrie (Cocteau Twins), Michael Gira (The Swans), James Johnston (Gallon Drunk, Bad Seeds), Nikki Sudden (Swell Maps), e in Italia con Egle Sommacal & Emidio Clementi (Massimo Volume).

Scroll To Top