Amy Winehouse: Incetta di Grammy Awards

Prima la volevano a esibirsi. E pure lei avrebbe voluto. Ma non la volevano sul territorio americano (essendosi lei vista negare il permesso dall’ambasciata americana a Londra). Poi la volevano a esibirsi, e anche sul territorio americano, avendole finalmente concesso il visto. Ma lei disse che era troppo tardi per partire.

Troppo tossica? Probabile. Troppo talentuosa? Decisamente sì.

Presente o meno (in verità si è esibita via satellite), Amy Winehouse ha dominato l’edizione 2008 dei Grammy Awards, portandosene a casa ben 5 su 6: artista rivelazione dell’anno, miglior album pop, disco dell’anno, canzone dell’anno e miglior interprete pop femminile. Dunque, “Back To Black” decisamente album più popolare dell’anno passato.

Trovate la performance di Wino ieri notte qua sotto, in mediastation.

Altri artisti che si sono distinti sono stati Bruce Springsteen, miglior solista rock e miglior canzone rock, e The Chemical Brothers, col miglior album dance/elettronico (mah…).

Miglior performance hard rock è andata ai Foo Foghters con “The Pretender”, mentre quella metal agli Slayer, con “Final Six”.

Fonte: nme.com

Scroll To Top