Anec, “La messa in onda su Canale 5 ci danneggia”

«Un indubbio valore promozionale per la serata televisiva che rischia tuttavia di tradursi in una forte attenuazione del potenziale cinematografico, e non solo, del film, oltre a stravolgere la prassi che vede approdare alla tv generalista un’opera cinematografica a circa 24 mesi dalla prima uscita in sala, dopo lo sfruttamento in home video, in video on demand, pay per view e pay tv»: Lionello Cerri, presidente dell’Anec (Associazione nazionale esercenti cinema), commenta così la scelta di Canale 5 di mandare in onda “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino il 4 marzo, a due giorni di distanza dalla notte degli Oscar, dove il film concorre nella categoria “foreign language“.

“La grande bellezza” è uscito nelle sale a maggio 2013 e in DVD/Blu-Ray ad ottobre.

«Il film — aggiunge Carlo Bernaschi, presidente dell’Anem (Associazione nazionale esercenti multiplex) — ha già incassato oltre 7 milioni di euro ma si avvia a diventare un successo longevo, considerando inoltre che concorrerà ai David di Donatello che saranno assegnati ai primi di giugno».Fonte: ASCA

Scroll To Top