Animali Fantastici, i Muggle/Babbani in America sono No-Maj

No-Maj, ovvero no magic: è l’equivalente americano di Muggle, il termine che nella saga di Harry Potter viene usato per identificare le persone non dotate di poteri magici (la traduzione italiana, sia nei libri editi da Salani sia nei film, è sempre stata Babbano).

A svelarlo è stata l’autrice J.K. Rowling, ma non si tratta di una semplice curiosità linguistica destinata ai fan: la definizione No-Maj verrà infatti utilizzata in “Gli animali fantastici: Dove trovarli“ (“Fantastic Beasts and Where to Find Them”), la prima parte della nuova trilogia cinematografica che nasce come spin-off/prequel di Harry Potter e che sarà ambientata nella New York degli anni 20.

Rispetto a Muggle (che addolcisce la parola inglese mug, ovvero ingenuo, sciocco), No-Maj ha un suono meno fiabesco e letterario, più secco e pragmatico. Più americano, insomma.

E l’idea di riscoprire il mondo magico creato da J.K. Rowling attraverso una diversa prospettiva culturale, quella degli Stati Uniti, è per ora l’aspetto più interessante del progetto. A questo proposito, qualche tempo fa, l’autrice anticipava su Twitter che il nome della scuola di magia statunitense, omologa di Hogwarts, viene «dalla cultura dei migranti» mentre «la magia dei nativi americani ha avuto una parte importante nella fondazione della scuola stessa».

Ulteriori dettagli sulle differenze culturali tra Regno Unito e Stati Uniti d’America li troviamo nella sinossi diffusa da Entertainmet Weekly (non contiene spoiler, naturalmente, ma se non volete sapere assolutamente nulla saltate il prossimo paragrafo dedicato alla trama):

Eccentric magizoologist Newt Scamander comes to New York (for a reason we won’t disclose) with his trusty weathered case. This case is one of those way-way-way-bigger-on-the-inside magical devices, and within are expansive habitats for a collection of rare and endangered magical creatures from Newt’s travels around globe. He discovers the American wizarding community is fearfully hiding from Muggles (who are called “No-Maj” in the States) and the threat of public exposure is an even graver concern than in the UK (remember the Salem witch trials?). “Fantastic Beasts” is the story of what happens when this uniquely skilled English wizard travels to wiz-phobic America and a variety of his creatures, some quite dangerous … get out of their case.

TRADUZIONE (commentata)
L’eccentrico magizoologo Newt Scamander arriva a New York (per un motivo che non sveliamo) con la sua fidata, logora valigetta (che vediamo in mano a Newt nella prima immagine ufficiale del film, ndr). Questa valigetta è uno di quegli oggetti magici molto, molto, molto, più grandi all’interno (ricordate la borsa di Hermione nei “Doni della Morte”?, ndr), e contiene gli habitat adatti a un’intera collezione di creature magiche rare e in pericolo d’estinzione, che Newt ha raccolto durante i suoi viaggi in giro per il mondo. Newt scopre che la comunità magica americana si nasconde con timore dai Babbani (che negli Stati Uniti sono chiamati No-Maj) e che il pericolo di essere scoperti è molto più sentito qui rispetto al Regno Unito (ricordate i processi alle streghe di Salem? — E qui torniamo agli elementi caratterizzanti della cultura magica statunitense, ndr). “Animali Fantastici” racconta ciò che accade quando il brillante mago inglese Newt si confronta con la magi-fobica America e quando certi animali magici – alcuni dei quali piuttosto pericolosi – scappano dalla sua valigia…

Il primo film della serie “Fantastic Beasts”, scritto da J.K. Rowling e diretto da David Yates (già regista per gli ultimi quattro capitoli della saga principale: “HP e L’Ordine della Fenice”, “HP e Il Principe Mezzosangue” e le due parti di “HP e I Doni della Morte”), arriverà nei cinema a novembre 2016.

Del cast fanno parte Eddie Redmayne (il protagonista Newt Scamandro/Scamander – qui tutto ciò che c’è da sapere sul personaggio), Katherine Waterston (Tina Goldstein, futura moglie di Scamandro), Alison Sudol (Queenie, sorella di Tina), Dan Fogler (Jacob), Ezra Miller (Credence), Samantha Morton (Mary Lou), Jenn Murray (Chastity), Colin Farrell (Graves), la giovanissima esordiente Faith Wood-Blagrove (Modesty), e ancora Jon Voight, Gemma Chan, Carmen Ejogo e Ron Perlman.

Scroll To Top