Anna Tatangelo posa nuda per il Nastro Rosa 2015 ed è polemica

Anche quest’anno la Lega Italiana per la Lotta contri i Tumori (LILT) si è mossa per la campagna “Nastro Rosa 2015”, l’iniziativa volta a sensibilizzare l’universo femminile nella lotta alla prevenzione contro il tumore al seno. Ma a suscitare polemiche è stata la scelta della nuova testimonial, ovvero Anna Tatangelo la cantante di Sora che per l’occasione è stata ritratta nuda mentre si abbraccia il seno: niente di particolarmente scandaloso, ma abbastanza intollerabile per scatenare commenti e dure reazioni come quella dell’opinionista, conduttrice televisiva, blogger, conduttrice radiofonica, scrittrice e attrice teatrale Selvaggia Lucarelli:

Se hai le tette rifatte per ragioni puramente estetiche, forse non sei la persona più adatta a sostenere la causa e la sensibilità di donne che le tette se le sono dovute ricostruire perchè asportate.”

12115503_10153229700045983_922748133867944173_nRispetto alla critiche mosse e all’invito da parte di vari gruppi di ritirare la campagna (come “Le Amazzoni Furiose” che hanno definito la scelta della LILT  l’offerta di un’immagine sessualizzata e trivializzante della malattia, utilizzando in maniera pretestuosa l’invito a fare prevenzione) il presidente della Lega impegnata nella lotta contro il tumore al seno Francesco Schittulli ha commentato: “La nostra campagna di prevenzione non è rivolta alle donne malate, ma alle giovani e giovanissime. Quella posa che ha offeso le firmatarie della lettera, sono sincero, è stata voluta perché è un’immagine positiva impegnata a mantenere il proprio stato di salute, di benessere. Non ho mai pensato a una posa da calendario. Quello è un abbraccio che protegge il seno. E ho pensato a una testimonial che possa parlare alle nostre figlie”.

Scroll To Top