Annecy 2016 — Le anteprime del Festival del Film d’Animazione

Ci prepariamo seguire la nuova edizione del Festival Internazionale del Film d’Animazione di Annecy, in Francia, a pochi chilometri dal confine italiano. È l’appuntamento principale per gli animatori e appassionati di animazione di tutto il mondo, e ospiterà dal 13 al 18 giugno 2016 tutte le novità cinematografiche, televisive e sperimentali più attese e più sorprendenti.

Nell’attesa del programma definitivo di questa edizione (atteso per maggio) l’organizzazione ha già lanciato i primi grossi annunci.

Venerdì 17 giugno sarà presentato in anteprima “Alla ricerca di Dory”, il sequel del clamoroso successo del 2003 “Alla ricerca di Nemo”, che in Italia arriverà solo a settembre. Per l’occasione saranno presenti il patron Pixar John Lasseter (che consegnerà i premi di un concorso a tema con il film, la Disney Art Challenge) e il regista e la produttrice del film Andrew Stanton e Lindsay Collins.

Finding_Dory_2

Un’altra attesa anteprima è quella del veterano dell’animazione francese Jean-François Laguionie che presenta il suo nuovo lungometraggio “Louise en hiver” (“Louise in inverno”), storia di un’anziana signora bloccata in una località balneare deserta in balia della sua solitudine e dei suoi ricordi. Un film che condanna la tecnologia e si culla coi tempi dilatati delle maree. L’ultimo film di Laguionie, “La tela animata” (“Le tableau”, 2011), abbiamo potuto anche vederlo in Italia solo in DVD e Blu-ray, mentre i suoi pochi film precedenti ci sono ancora quasi sconosciuti.

2016_actu_louise_en_hiver

Sul fronte televisivo, Annecy presenterà in anteprima il ritorno della serie americana di Genndy Tartakovski “Samurai Jack” interrotta nel 2004. Il creatore di “Ren and Stimpy”, il canadese John K (nella foto in alto), invece terrà una masterclass.

Fra le altre iniziative sono previste due retrospettive sull’animazione francese (curata da una commissione di artisti non francesi) e sull’animazione coreana; quest’ultima prevede l’anteprima del film di zombie “Seoul Station” di Sang-ho Yeon e un’anticipazione di “The Shaman Sorceress” de Jae-hoon Ahn, tratto dal romanzo del 1946 “La sciamana di Chatsil” di Kim Tong-ni.

Scroll To Top