Aperitivi e non: 14 aprile al Duke con Marco Fullone e Vanity Fair

Doppio appuntamento mercoledì 14 aprile al Duke di Milano. Il primo è alle pre 19:00 ed è l’aperitivo con DJ Set di Marco Fullone (Radio Monte Carlo e RMC2). E si ripeterà tutti i mercoledì sera fino all’arrivo dell’estate. Il secondo è l’inaugurazione di “A Cover Story”, una mostra dedicata alle più belle copertine della rivista Vanity Fair dal 2003 a oggi. L’esposizione resterà al Duke tutti i giorni fino alla fine di maggio.

Per tutte le informazioni leggete il comunicato stampa qui sotto o visitate il sito www.dukelounge.it.

Shaker: aperitivo con DJ SET

Da mercoledì 14 aprile, dalle ore 19.00, ogni mercoledì fino all’estate.
Music by Marco Fullone, from Radio Monte Carlo/RMC2

Mercoledì 14 aprile special guest: Neja
Ingresso libero – consumazione obbligatoria

“L’Ora Blu” è una poetica espressione francese (l’Heure Bleue) che indica quel magico momento del giorno in cui la luce trascolora nell’oscurità: il Crepuscolo, quel tempo sospeso in cui i fiori profumano più intensamente e ognuno di noi cerca di spogliarsi dello stress del giorno per affrontare con piacevolezza la notte.

Da mercoledì 14 aprile i milanesi potranno celebrare degnamente la loro “Ora Blu” al Duke grazie alla colonna sonora di Marco Fullone, Deejay, Music Designer, Direttore Artistico: Marco potrebbe venir definito in mille modi e il successo delle sue programmazioni e degli eventi che anima, potrebbero già essere di per sé garanzia di qualità e successo.
Marco è soprattutto un amante viscerale della musica, che ha coltivato da sempre per passione, prima ancora che per mestiere, ed è sicuramente l’orecchio giusto per dipingere in note “l’Ora Blu” perfetta: leggera, ritmata, defaticante come un massaggio, garbatamente sexy, avvolgente, un mantello perfetto per dismettere i panni del giorno e vivere con piacevolezza la notte.

Spesso i Deejay Set di Marco verranno affiancati da selezionatissimi eventi live con alcuni degli artisti più interessanti del momento.

Mercoledì 14 Marco Fullone ospiterà Neja, performer dance con una fortissima vocazione NuJazz, che al Duke presenterà, per la prima volta a Milano, il suo progetto in solo Neja Evolution, un concept album di grande efficacia, che unisce riletture inedite di celeberrimi classici rock-pop in chiave jazzata a brani melodici stemperati in arrangiamenti sospesi e fortemente evocativi.

www.dukelounge.it Via Albricci 3 – 20122 Milano – telefono 02 36514484 info@dukelounge.it

Ma il Duke è anche un’esperienza visiva, e per l’occasione mercoledì 14 aprile presenterà la mostra

A Cover Story

Le 100 più belle copertine di Vanity Fair Italia dal 2003 ad oggi

Grandissimi fotografi, le migliori produzioni, i nomi più significativi dell’attualità, dello sport e dello spettacolo italiano e internazionale che raccontano per immagini la storia del costume, della moda, dei trend del nostro paese e soprattutto di Milano, sede dell’editore Condé Nast e luogo per eccellenza della mondanità italiana. L’edizione italiana di Vanity Fair è presente nelle nostre edicole dal 2003, dimostrando negli anni, con le produzioni made in Italy, che non abbiamo nulla da invidiare ai servizi dei “cugini” oltreoceano.
A proposito della realizzazione delle copertine di Vanity Fair in mostra al Duke – tutte tassativamente prodotte in Italia – la producer del settimanale Alessandra Donato racconta: “La copertina è il momento più emozionante e difficile di chi fa il mio mestiere. In quello scatto è racchiuso il lavoro di decine e decine di professionisti. Dietro lo sguardo del protagonista c’è l’impegno di un team di persone che, per giorni e giorni, ha lavorato affinché tutto risulti perfetto. Le cover sono la porta d’accesso a Vanity Fair, accompagnano il lettore dentro il giornale, catturando la sua attenzione con un’immagine. È per rispetto ai nostri lettori che nel realizzare quella fotografia nulla è lasciato al caso. Tutto è studiato e progettato nei minimi dettagli, con professionalità, passione e, confesso, una buona dose di follia!”

La mostra resterà allestita sino a fine maggio.
Apertura: tutti i giorni dalle 12.00 alle 24.00
Ingresso Libero – Consumazione Obbligatoria

[PAGEBREAK] Marco Fullone
Nell’ambito radiofonico dal 1999 è responsabile artistico, programmatore musicale e sound designer di Monte Carlo Nights di RADIO MONTE CARLO (www.radiomontecarlo.net). Ha curato come producer lo spazio mixato COOL DANCE e lo show “PRIVATE PARTY”. Dal 2007 ricopre le vesti di direttore artistico-musicale di Radio Monte Carlo 2 (www.rmc2radio.net), un progetto completamente dedicato alla musica di qualità, un nuovo network radiofonico staccato dal sistema del music control e improntato ai suoni fashion lounge, chillout, house ed electro.
Come giornalista musicale ha collaborato con riviste prestigiose come Rockstar, Audio Review, Tribe, ecc., e ha creato e diretto ACID JAZZ MAGAZINE (per il quale ha realizzato e prodotto oltre 50 compilation).
Come DJ suona Nu House, House Jazz, Future Lounge e Nu bossa in molti club prestigiosi in giro per l’Italia e all’estero. Ha collaborato con il team del “Made in italy” di Ibiza e ha suonato come dj resident allo Xueno di Formentera. Si è esibito con top DJ internazionali come Stephane Pompougnac (Hotel Costez – Parigi), Dzihan & Kamien (Vienna), Ravin e David Visan (Buddha Bar – Parigi), Bruno Lepretre (Café del mar – Ibiza), Ian Pooley, Bob Sinclar, Lenny Fontana (USA), Mo’Horizon (UK), Philippe Cohen Solal dei Gotan Project, Llorca, Shazz, Harley & Muscle, DJ Pippi, Buscemi, St. Germain, Dimitri From Paris, Gilles Peterson (London), Claude Challe, Incognito Dj’s, ecc..
Ha realizzato negli ultimi anni le seguenti compilation: “Café de la luna” (Universal Music), “Monte Carlo Nights Millennium” (EMI Music), “Just Relax” (Universal Music), “No Ordinary Chill” (Energy Productions), “Nouveau Beat by Monte Carlo Nights” Voll. 1 – 4 (EMI Music), “New Classics voll. 1 – 4 by Monte Carlo Nights” (che è stata anche N. 1 della classifica Nielsen/FIMI con oltre 40.000 copie vendute ciascuna), “Amor – Monte Carlo Latino” Voll 1 – 3 (Sony Music). Sempre per Radio Monte Carlo ha firmato nel 2008 “Modern Soul (disco di platino) e la versione internazionale di “New Classic”.
Ha pubblicato per la SoulStar 5 volumi di “A Lounge Supreme”, distribuita in tutto il mondo da Clubstar e, sempre con la celebre etichetta tedesca, N. 7 volumi della compilation G Lounge. Per Time Records ha realizzato la doppia compilation internazionale “Luxory Grooves” (Voll. 1 e 2).
L’ultimo progetto discografico è “BIG SUR LIFE”, la compilation ufficiale della bellissima spiaggia di Formentera (3 voll. su Halidon Records).
In veste di music designer ha realizzato le colonne sonore per sfilate ed eventi speciali di stilisti come Valentino, Chanel, Cartier, Roberto Cavalli, Iceberg, Gattinoni, Fustemberg, Puma 96, Neil Barrett, Levi’s, Evisu ecc. e per marchi prestigiosi come Ferrari, Lamborghini, BMW, Lavazza, Rolex, Philip Morris, Audi, Sotheby’s, Camera Nazionale Della Moda, Fiat, Nike, Elle International, Elle Decor, Flair, Sole 24 Ore, Kartell, Vodafone, Blackberry, Lancia, Virgin Active, Vodka Absolut, Sony, ecc…

Nell’estate 2009 ha partecipato al prestigioso Milano Jazzin Festival aprendo con i suoi Dj set i concerti di star internazionali come ERYKAH BADU, SEAL, STEELY DAN, INCOGNITO, GEORGE BENSON. Ha inoltre aperto con il suo set anche il live di Giovanni Allevi sul prestigioso palco dell’Arena di Verona (1 settembre 2009) e suonato al party ufficiale di apertura della 66ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (Hotel Excelsior – Lido). Tra le ultime prestigiose performance in console di marco Fullone, il party internazionale di Cartier (per il charity legato al gioiello “Love”) e il party di Elton John insieme a Jimmy Choo per Elton John Foundation.
www.myspace.com/marcofullone

Neja
Non lasciatevi ingannare dal nome esotico: Neja è italianissima e vive vicino Torino, dove è nata sotto il segno del Leone.
Sin da bambina si scopre innamorata della musica e inizia a cantare jazz e gospel in tanti gruppi diversi. Il suo sogno però si realizzerà grazie alla dance.
Tutto iniziò con i singoli Restless e Shock!, due successi indimenticabili ballati nelle discoteche di tutto il mondo.
A dimostrare che Neja non era un’illusione nel 1999 arriva il singolo The game, brano vincitore di “Un disco per l’estate”. Nello stesso anno partecipa a tutte le puntate del “Festivalbar” e una lunga tournee la porta fino in Giappone.
The Game sarà anche il titolo dell’album di esordio. Neja è autrice dei 10 brani contenuti e per la prima volta strizza l’occhio al genere pop con i suoni di Fairytale e Mum’s day.
Ma non si tratta di un addio alla dance, anzi, nel gennaio 2000 è proprio una versione remix di Fairytale a fare breccia nei circuiti radiofonici europei. In particolare, in Germania, viene licenziato dalla Universal che produce un video strepitoso!
Protagonista dell’estate sarà poi il singolo Singin’ nanana, un brano di matrice latina, presentato al Festivalbar.
Nel 2001 è la volta di Time flies e Back 4 the morning. Quest’ultimo subisce l’influsso di una sperimentazione house ed entra nelle classifiche dance degli Stati Uniti. Neja raggiunge così gli USA e si esibisce a New York, Boston ed in Texas.
Con il passaggio alla Universal, nel 2002, la tendenza verso la musica pop diventa più marcata. Il singolo Looking for something è protagonista in diverse puntate del Festivalbar e a fare da apripista all’album Hot stuff arriva il singolo omonimo e To the music.
Negli ultimi anni Neja lavora a nuovi progetti musicali e continua a incontrare il suo pubblico in tante serate in Italia, Europa e, come testimonial per una nota marca di abbigliamento, arriva fino in India.
Nel 2005 esce Who’s gonna be? Sotto l’etichetta Melodica, sempre prodotto con Alex Bagnoli. Un brano decisamente pop, arricchito da diverse versioni, rock, reggae, dance … Licenziato anche in Spagna ed Europa orientale.
Nel 2007, invece, torna alla dance con un progetto nuovo e due nuovi produttori: Ivan Russo, dell’Atollo Records, e il dj francese Benjamin Braxton, della Sound4label.
Nasce da questo connubio il singolo Catwalk che esce in prima battuta in Francia.
Il 2008 è un anno di sperimentazione, per Neja, che si riavvicina alle sue radici jazz regalandoci Acousticlub un album in cui reinterpreta pezzi suoi (The game e Destiny) e cover di altri artisti (Sweet Dreams, Papa don’t preach, Man in the mirror, Baby one more time) completamente riarrangiate in chiave acustica con tanto di violini ed archi, strada che sceglie di percorre anche per il suo successivo album 133 Sushiclub interpreted by Neja Evolution in cui si avvale della professionalità di due grandi musicisti, Christian Montagnani (alla chitarra) e Larry Mancini (al basso).
L’estate 2009 è, invece, all’insegna della musica dance. Loving you (by WAG011 feat. Neja) è il nuovo singolo (in undici diverse versioni) di cui Neja è autrice nel testo e nella melodia in collaborazione con due DJ di Torino Peter Damir e Gianluca Argante alla produzione artistica. Il brano e attualmente in promozione in Inghilterra.
www.neja.net

Scroll To Top