Arriva Westworld, nuova serie evento della HBO con Anthony Hopkins

È stata ufficialmete confermata l’adattamento di “Westorld” per il piccolo schermo, in una serie targata HBO e attesa per il 2015, che vanterà un notevole cast, capitanato da Anthony Hopkins.

La HBO lo ha confermato lunedì 17 novembre con un tweet, come riporta anche l’Hollywood Reporter, e la messa in onda è attesa per l’anno prossimo.

“Westworld” è l’adattamento di un film di Michael Crichton del 1973 (“Il Mondo dei Robot” con Yul Brunner e James Brolin), e nella sua versione televisiva la sceneggiatura è curata da Jonathan Nolan e Lisa Joy, mentre il ruolo principale è affidato ad Anthony Hopkins, per la prima volta coinvolto regolarmente in una produzione televisiva del genere. Hopkins vestirà i panni di un inventore che gestisce un parco divertimenti per adulti popolato di robot antropomorfi.

La serie drammatica proviene dalla Bad Robot Production di J.J. Abrams e Bryan Burk, una costola della Warner Bros. Television. Abrams e Burk saranno produttori esecutivi insieme a Jerry Weintraub, lo stesso Nolan (che ha anche diretto il pilot) e Lisa Joy. Nel team anche Kathy Lingg, Athena Wickham e Susie Ekins.

Gli androidi della serie — interpretati, tra gli altri, da James Marsden, Evan Rachel Wood Thandie Newton — possono essere eliminati e ritornare con personalità completamente differenti, permettendo così ad ogni attore di recitare diversi personaggi. Questo espediente creativo è stato ciò che ha aiutato la HBO ad assicurarsi un cast di prima qualità (che include anche Ed harris, Miranda Otto e Jeffrey Wright). E a differenza di quanto avviene per “American Horror Story” (FX) e “True Detective” (sempre HBO), che realizzano un reboot ad ogni nuova stagione, il cast di “Westworld” firma contratti che durano anni.

«È costruita come una serie e, in quanto a narrazione, credo che siano state infrante le regole tradizionali», ha commentato il presidente di programmazione della HBO Michael Lombardo, lo scorso agosto. «La premessa dello show, nelle sue intenzioni, è molto eccitante per gli attori, e ne vogliono far parte».

Westworld diventa dunque il secondo dramma televisivo  della Warner Bros. Television, dopo l’adattamento di “The Leftovers” di Damon Lindelof (rinnovata per una seconda stagione), ed il primo progetto con la Bad Robot, che è la casa produttrice anche di “Person of Interest” (CBS) e l’imminente serie evento “11/22/63″ (HULU), e di alcune serie ormai dismesse quali “Revolution”, “Almost Human” e “Believe”.

Nel curriculum di J.J. Abrams spiccano “Fringe”, “Alcatraz” e ovviamente “Los”t; al momento il portentoso J.J. è impegnato nella regia di “Star Wars VII – The Force Awakens” e nei prossimi capitoli di “Star Trek” e “Mission:Impossible”. Sembra che la sua Bad Robot stia anche preparando una miniserie basata sulla sceneggiatura di Rod Sterling (“The Twilight Zone”), “The Stops Along The Way”, ancora sconosciuto il canale che la trasmetterà.

Per la HBO, “Westworld” arriva dopo “True Blood”, finita questa estate, e altre due in fase anch’esse di conclusione: “Boardwalk Empire”, tanto amata agli Emmy e l’ottima “The Newsroom” di Aaron Sorkin. Tra i successi del canale tv più cinematografico di sempre anche “Il Trono di Spade”, “The Leftovers”, “True Detective” e “Utopia”.

Fonte: The Hollywood Reporter

Scroll To Top