Aspettando Animali Fantastici — J.K. Rowling lancia il nuovo Pottermore

Se siete fan di Harry Potter sicuramente conoscete Pottermore, il sito lanciato nel 2012 dall’autrice J.K. Rowling in collaborazione con Sony.

Un po’ social network (ci si iscriveva usando un nickname — scelto però per ragioni di sicurezza dalla piattaforma stessa — e c’era la possibilità di lasciare commenti), un po’ gioco di ruolo (gli utenti venivano smistati nelle quattro case di Hogwarts e invitati ad accumulare punti vincendo ai duelli e preparando correttamente le pozioni), un po’ percorso interattivo lungo i sette libri e, soprattutto, evoluzione del vecchio jkrowling.com (i fan di vecchia data lo ricorderanno bene) e del suo sistema di easter eggs.

Da oggi Pottermore cambia: non si può più fare login con i propri dati e l’intero sito è stato ristrutturato come un blog, al momento solo in lingua inglese.

La consultazione dei contenuti è possibile sia attraverso una ricerca interna (il tasto “Explore” in alto a sinistra) sia a partire da un menu che prevede quattro sezioni (oltre all’immancabile shop per comprare libri, ebook e audiolibri): Writing by J.K. Rowling (scritti originali dell’autrice, qui ad esempio ce n’è uno sulle origini della famiglia Potter), Explore the Story (profili dei personaggi, illustrazioni), Features (raccolte di citazioni, curiosità, dietro le quinte — ci ricorda un po’ i blog di disney.com) e News, dove naturalmente troviamo già un articolo su Newt Scamander e la nuova trilogia cinematografica “Gli animali fantastici: dove trovarli” (se non sapete di cosa stiamo parlando, leggete qui).

Differenze rispetto al vecchio Pottermore?

Si perde la componente interattiva (la redazione assicura comunque che lo smistamento del Cappello Parlante sarà reintrodotto e presto potremo anche scoprire che forma hanno i nostri Patronus) ma la piattaforma diventa molto più fruibile (quanti di noi iscritti hanno continuato a giocare davvero con Pottermore dopo l’entusiasmo iniziale?) ridotta alla propria essenza testuale.

Aumentano i contenuti (oltre alle classiche stories di J.K. Rowling troviamo tanto materiale in più scritto da giornalisti, compreso un misterioso Pottermore Correspondent appositamente ingaggiato che invidiamo moltissimo) e, per la prima volta, il sito si apre al mondo dei film, rinunciando così (un po’ ci dispiace) alla purezza letteraria che aveva sempre contraddistinto la presenza online di J.K. Rowling: nelle schede dei personaggi vediamo quindi le foto degli attori che li hanno interpretati e anche i backstage ci riportano sui set.

In più, da ora Pottermore è accessibile a tutti, non solo agli iscritti. E oltre a Harry Potter si concentrerà sull’evoluzione del Wizarding World potteriano nei due nuovi progetti firmati J.K. Rowling: il già citato “Animali fantastici” e “The Cursed Child“, la pièce teatrale che andrà in scena a Londra l’anno prossimo (e che non è un prequel).

Qui sotto il messaggio di benvenuto di J.K. Rowling al suo rinnovato «angolo magico» (il nuovo logo di Pottermore, che vediamo sopra, è scritto a mano proprio da lei):

Scroll To Top