BAFF: Presentata la sesta edizione

È un programma ricchissimo quello annunciato per la sesta edizione del Baff, il Busto Arsizio Film Festival, che si terrà nella cittadina del varesotto dal 5 al 12 aprile.
Grande attenzione, innanzitutto, alla migliore tradizione del cinema italiano con il primo omaggio internazionale a Michelangelo Antonioni, recentemente scomparso e che al Baff fece la sua ultima apparizione pubblica. Al regista saranno dedicate, tra le molte iniziative, la cerimonia e la serata di apertura a Busto, le serate di domenica e mercoledì a Gallarate, con la proiezione di un video e la presentazione del volume “Michelangelo Antonioni. Lo sguardo estatico”, entrambi appositamente realizzati per il festival. Tra gli altri artisti omaggiati dal Baff di quest’anno spiccano Carlo Lizzani e il premio Oscar Vittorio Storaro, che presenterà in anteprima il film “Caravaggio” diretto da Angelo Longoni.
Protagonisti del festival sono come sempre anche i concorsi “Made in Italy” e “Made in Italy scuole”, oltre al concorso dedicato alla sceneggiatura, che conferma il Baff tra i pochissimi Festival in Italia a valorizzare l’arte della scrittura cinematografica.
E ancora una mini-rassegna sulla videoarte intitolata “L’indagine sui diverso possibili rapporti tra suono e immagine”, tre giornate dedicate al cinema d’animazione con un omaggio a Raoul Servais e un convegno organizzato dalla Liuc di Castellanza sul tema dell’apprendimento e della formazione attraverso cinema e cinematografia.
Irrinunciabile, infine, una dedica a Piero Chiara con la proiezione del film “La stanza del vescovo” tratto da uno dei romanzi del grande scrittore luinese.
Programma ricchissimo, si diceva, che merita senza dubbio l’attenzione di tutti gli appassionati e i cultori dell’arte cinematografica. Per una volta, non sono soltanto le grandi capitali del cinema ad avere tutti i riflettori puntati su di sé.Fonte: Busto Arsizio Film Festival

Scroll To Top