BAFTA 2015, i vincitori

Si è tenuta questa sera, domenica 8 febbraio, alla Royal Opera House di Londra la cerimonia di consegna dei BAFTA Awards 2015, i premi assegnati assegnati dalla British Academy of Film and Television Arts al meglio delle produzioni cinematografiche britanniche e internazionali. Lo show, trasmesso in differita da BBC One, è stato condotto da Stephen Fry.

The Grand Budapest Hotel” di Wes Anderson ha dominato la serata con cinque statuette ma i due premi maggiori, per il miglior film e la miglior regia, sono andati a “Boyhood” di Richard Linklater, premiato anche per l’interpretazione di Patricia Arquette come migliore attrice non protagonista. Linklater non era presente in sala e il suo premio è stato ritirato da Ethan Hawke; assente anche Anderson, che ha incaricato il suo protagonista Ralph Fiennes di leggere sul palco un simpatico messaggio di scuse.

Tre BAFTA a “Whiplash” di Damien Chazelle (attore non protagonista J.K. Simmons, montaggio e suono) e a “La Teoria del Tutto” di James Marsh (film britannico, attore protagonista Eddie Redmayne e sceneggiatura non originale) mentre “Birdman” di Alejandro González Iñárritu (che poche ore fa ha trionfato ai DGA Awards) ha vinto solo il premio per la miglior fotografia grazie al lavoro di Emmanuel Lubezki. Alla favorita Julianne Moore è andato il riconoscimento come migliore attrice protagonista per “Still Alice”.

Presente alla cerimonia anche Stephen Hawking in persona (in “La Teoria del Tutto” lo interpreta Eddie Redmayne) per l’annuncio del premio ai migliori effetti speciali visivi, andato a “Interstellar”. Nel corso della serata è stato poi dedicato un tributo speciale all’amato Sir Richard Attenborough, morto lo scorso agosto a 91 anni. Nel montaggio “In Memoriam” che ricordava tutti coloro che ci hanno lasciato nel corso del 2014 (Lauren Bacall, Robin Williams, Harold Ramis, Mickey Rooney) mancava però, come molti commentatori hanno fatto notare, il grande Bob Hoskins.

AGGIORNAMENTO: Riguardo a Bob Hoskins, lunedì 9 febbraio la British Academy ha spiegato che non è stata un’omissione: il nome dell’attore, attivo sia al cinema che in tv, era già stato incluso nella cerimonia dei Television Awards che si è tenuta l’anno scorso.

bafta-winners

Tutti i vincitori dei BAFTA 2015

Miglior film
Boyhood” di Richard Linklater

Miglior film britannico
La Teoria del Tutto” di James Marsh

Miglior regista
Richard Linklater per “Boyhood”

Migliore attore protagonista
Eddie Redmayne per “La Teoria del Tutto”

Migliore attrice protagonista
Julianne Moore per “Still Alice

Migliore attore non protagonista
J.K. Simmons per “Whiplash

Migliore attrice non protagonista
Patricia Arquette per “Boyhood”

Migliore sceneggiatura originale
Wes Anderson per “The Grand Budapest Hotel

Migliore sceneggiatura non originale
Anthony McCarten per “La Teoria del Tutto”

Miglior documentario
“Citizenfour” di Laura Poitras

Miglior film d’animazione
The LEGO Movie” di Phil Lord e Christopher Miller

Miglior film in lingua straniera
Ida” di Paweł Pawlikowski

Miglior montaggio
Tom Cross per “Whiplash”

Miglior fotografia
Emmanuel Lubezki per “Birdman

Miglior colonna sonora
Alexandre Desplat per “The Grand Budapest Hotel”

Migliori costumi
Milena Canonero per “The Grand Budapest Hotel”

Miglior trucco e acconciature
Frances Hannon e Mark Coulier per “The Grand Budapest Hotel”

Migliori scenografie
Adam Stockhausen e Anna Pinnock per “The Grand Budapest Hotel”

Miglior suono
Thomas Curley, Ben Wilkins e Craig Mann per “Whiplash”

Miglior effetti speciali visivi
Paul Franklin, Scott Fisher, Andrew Lockley e Ian Hunter per “Interstellar

BAFTA Fellowship 2015
Mike Leigh

Rising Star Award
Jack O’Connell

L’elenco completo è disponibile su bafta.org

L'esibizione dei Kasabian che ha aperto la serata

L’esibizione dei Kasabian che ha aperto la serata

Scroll To Top