BAFTA Awards: Trionfa “The Hurt Locker”

L’Oscar è alle porte e, dopo i Golden Globe e i SAG, i BAFTA (British Academy of Film and Television Arts) continuano a segnare per il film di Kathryn Bigelow una strada lastricata di gloria. Sei statuette per “The Hurt Locker”: miglior film, regia, sceneggiatura originale, montaggio, fotografia e sonoro. Un autentico trionfo.

Sconfitti “Avatar”, che porta a casa solo i premi per gli effetti speciali e le scenografie, e “An Education”, che segna comunque l’unica vittoria stagionale come miglior attrice per la lanciatissima Carey Mulligan. Miglior attore a furor di popolo è il magnifico Colin Firth di “A Single Man”, che difficilmente riuscirà a replicare questo meritatissimo exploit alla notte degli Oscar.

Nessuna sorpresa tra gli attori non protagonisti: Christoph Waltz di “Bastardi Senza Gloria” e Mo’nique di “Precious” hanno vinto anche ieri sera e, praticamente, hanno già l’Oscar in tasca. “Tra Le Nuvole” vince per la sceneggiatura non originale e “Up” per la miglior colonna sonora, firmata da Michael Giacchino, oltre che come miglior film d’animazione.

“Fish Tank” batte “An Education” come miglior film inglese e “Un Profeta” di Jacques Audiard viene preferito a “Il Nastro Bianco” di Michael Haneke come miglior film straniero. Miglior debutto il fantascientico “Moon” di Duncan James.

Scroll To Top