Barachetti / Ruggeri: chitarre e ventilatori

Neverlab Avant è lieto di presentare “Fiume verticale”, una videoperformance di Barachetti / Ruggeri, duo formato da Luca Barachetti (ex Bancale) e Enrico Ruggeri (ex Hogwash), in collaborazione con il violinista Michele Gazich e il videomaker Martino Pinna.

“Fiume verticale” è il primo di una serie di video live nei quali Barachetti / Ruggeri rileggono alcuni dei brani scritti in questi mesi – e che finiranno nel primo disco del duo previsto prossimamente – partendo da presupposti sonori diversi rispetto alle versioni originali e avvalendosi per ogni episodio di un ospite differente (non necessariamente un musicista) che condivida un approccio aperto e imprevisto alla musica e al suono.
Qui il link: http://www.youtube.com/watch?v=A0c6mQL0rpc&feature=youtu.be

Per “Fiume verticale” Barachetti / Ruggeri hanno scelto di provare a risuonare il brano utilizzando otto chitarre elettriche – per la precisione sette chitarre elettriche e una chitarra basso, tutte accordate in modo diverso ma armonico – che vengono suonate da altrettanti ventilatori, a cui sono stati collegati dei fili leggeri e dei frammenti di plastica a mo’ di plettro. L’aria emessa dai ventilatori insieme al moto semirotatorio di alcuni di essi muove i fili e i plettri che vanno a toccare le corde della chitarra con totale casualità. In questo modo si crea una trama di suoni ogni volta differente ed irripetibile che viene controllata da Enrico Ruggeri (ideatore dell’installazione sonora) tramite il mixer ed alcuni effetti. Interagendo con questo “arpeggio” casuale, Luca Barachetti dice il testo del brano, che incontra e si scontra con la musica di Enrico Ruggeri generando una tessitura fra il folk apocalittico e l’ambient-blues dalla grande forza suggestiva. A ciò si aggiunge la partecipazione di Michele Gazich – songwriter e violinista, autore di diversi dischi a proprio nome e collaboratore fra gli altri di Eric Andersen, Mark Olson e Michelle Shocked – che intreccia il proprio violino ai “fili sonori” di Enrico Ruggeri e alle parole di Luca Barachetti.

“Fiume verticale” è una videoperformance eseguita interamente dal vivo in una sola ripresa, realizzata dal videomaker Martino Pinna, che racconta ciò che accade focalizzandosi sulla performance dei musicisti, delle chitarre-ventilatori e dei fili scuri che pendono verticalmente dal soffitto e che sono stati scelti come simbolo dell’intero lavoro.

È così che “Fiume verticale” diventa un’invocazione di parole che si fanno corpo, una lorica di suoni che si fanno intreccio evocativo, una preghiera umana che dall’uomo parte e all’uomo arriva. Per ritrovare un senso verticale e assoluto a quella “sorgente assurda” che è la vita di tutti.

Scroll To Top