Beach House: Il 28 agosto esce “Depression Cherry”, il nuovo album

I Beach House, paladini del dream pop, hanno annunciato il loro prossimo album, in uscita il 28 agosto, dal titolo “Depression Cherry”, e un tour che gli farà seguito tra Nord America ed Europa. L’album uscirà per Bella Union e verrà rilasciato negli USA con la Sub Pop Records, mentre in Nuova Zelanda e in Australia con Misleton. Il discoè stato registrato e prodotto dalla band e da Chris Coady presso lo Studio in the Country a Bogalusa, Luisiana.

I Beach House inizieranno il loro nuovo tour per la promozione di “Depression Cherry” da Portland il 18 agosto e finiranno le date del 2015 a San Francisco il 18 dicembre. Il tour toccherà anche il Regno Unito verso fine ottobre, con live a Glasgow, Manchester e Londra.

“Depression Cherry” si può attualmente preordinare sia in versione vinile LP sia in CD, con un sontuoso pacchetto di velluto rosso.

image006

I Beach House sono Victoria Legrand e Alex Scally. “Siamo una band da ormai oltre dieci anni e viviamo e lavoriamo insieme a Baltimora. “Depression Cherry” è il nostro quinto album lp. Questo disco segue la release del nostro album omonimo del 2006, “Devotion” del 2008, “Teen Dream” del 2010 e “Bloom” del 2012. L’album è stato realizzato tra il novembre 2014 e il gennaio 2015 in Luisiana. Questo è stato il periodo che ha coperto gli anniversari della morte sia di John Lennon che di Roy Orbison.”

“In generale, questo album mostra un ritorno alla semplicità, con canzoni strutturate intorno a una melodia e pochi strumenti, con batteria dal vivo che gioca un ruolo minore. Con il crescente successo di “Teen Dream” e “Bloom”, palchi sempre più grandi e stanze sempre più ampie ci siamo naturalmente mossi verso un posto più forte, più aggressivo; un posto più lontano dalle nostre dimore normali. Qui, noi continuiamo a lasciarci evolvere mentre ignoriamo completamente il concesto commerciale in cui esistiamo.”

“Queste sono alcune citazioni che ben si accostano al nostro lavoro “Depression Cherry”:

— “I’ll never be able to be here again. As the minutes slide by, I move on. The flow of time is something I cannot stop. I haven’t a choice. I go. One caravan has stopped, another starts up. There are people I have yet to meet, others I’ll never see again. People who are gone before you know it, people who are just passing through. Even as we exchange hellos, they seem to grow transparent. I must keep living with the flowing river before my eyes.” – from Kitchen by Banana Yoshimoto
“We inhabit a world in which the future promises endless possibilities and the past lies irretrievably behind us. The arrow of time… is the medium of creativity in terms of which life can be understood.” – from The Arrow of Time by Peter Coveney and Roger Highfield
“Mostly it is loss which teaches us about the worth of things.” – from Parerga and Paralipomena by Arthur Schopenhauer
“Hark, now hear the sailors cry, feel the air and see the sky, let your soul and spirit fly, into the mystic……
….when the fog horn blows, i want to hear it, i don’t have to fear it” – from “Into the Mystic” by Van Morrison

Qui, infine, c’è la tracklist completa con una selezione delle liriche:

1. Levitation – “The branches of the trees, they will hang lower now, you will grow too quick, then you will get over it”
2. Sparks – “It’s a gift, taken from the lips, you live again”
3. Space Song – “What makes this fragile world go ‘round, were you ever lost, was she ever found?”
4. Beyond Love – “They take the simple things inside you and put nightmares in your hands”
5. 10:37 – “ Here she comes, all parts of everything, stars in the motherhand”
6. PPP – “Did you see it coming, it happened so fast, the timing was perfect, water on glass…”
7. Wildflower – “What’s left you make something of it”
8. Bluebird – “I would not ever try to capture you”
9. Days of Candy – “I know it comes too soon, the universe is riding off with you…… i want to know you there, the universe is riding off with you.”

“Per noi, “Depression Cherry” è un colore, un posto, un sentimento e un’energia… che descrive il luogo in cui si arriva man mano che ci si muove attraverso un insieme infinito di piccole tappe d’esistenza…” – Beach House.

Scroll To Top