Berlinale: Al cinema per dimenticare la crisi economica

“La gente sta male, è stanca della parola crisi ed è lieta di rifugiarsi in un cinema buio due ore per dimenticare i suoi problemi. Il cinema è una gran cosa in tempi come questi”.

A parlare è Dieter Kosslinck, direttore della Berlinale, che quest’anno verrà incontro cinefili con film ancora più piacevoli che in passato. Causa: la crisi economica che sta mettendo in ginocchio tante famiglie nel mondo.

Il Festival di Berlino – la rassegna che alzerà il sipario il prossimo 5 febbraio – lascia da parte pellicole “dark” e difficili, per dar spazio a commedie, avventure e film a lieto fine.

Scroll To Top