Black List 2014 — Le migliori sceneggiature NON prodotte

La Black List è l’elenco delle migliori sceneggiature non (ancora) prodotte che circolano a Hollywood: l’iniziativa nasce nel 2005 a cura di Franklin Leonard allo scopo di portare all’attenzione degli studios i buoni script in attesa di finire sul grande schermo.

La Black List relativa all’anno 2014 è stata resa nota da un gruppo di circa 70 registi, sceneggiatori, produttori e attori, tra cui Reese Witherspoon, Elizabeth Banks, Daniel Radcliffe, David Oyelowo, Rian Johnson, Ava DuVernay (“Selma”) e Damien Chazelle (“Whiplash”).

In cima alla lista nera c’è “Catherine the Great” di Kristina Lauren Anderson, dedicata — come si intuisce dal titolo — a Caterina II di Russia. Segnaliamo poi “Seducing Ingrid Bergman” di Arash Amel (dal romanzo omonimo di Chris Greenhalgh dedicato alla storia d’amore tra l’attrice il fotografo Robert Capa) e diversi progetti di genere fantascientifico, tra cui “A Garden at the End of the World” di Gary Graham (ambientato in un futuro post-apocalittico) e “The Eden Prject” di Christina Hodson (su un gruppo di umani geneticamente modificati).

Tra le sceneggiature presenti nelle Blacj List degli anni passati, poi prodotte con successo, ricordiamo “The Imitation Game”, “American Hustle”, “Il Discorso del Re”, “Argo” e “Juno”.

La Black List completa del 2014 può essere scaricata qui in formato pdf.

Scroll To Top