Bologna, Flashmob di arte indipendente “Sotto Le Palle Del Nettuno”

Signore e signori, artisti e fruitori: vi presentiamo La Piazza degli Indipendenti una piattaforma virtuale per la promozione dell’arte indipendente, divergente, di strada e di buona mente”. Apre così la presentazione del FLASH MOB organizzato “sotto le palle del Nettuno Bolognese” domenica 19 Febbraio alle 14.

Dopo l’incontro ci metteremo tutti a suonare, a dipingere, a ballare, a recitare e in generale, ognuno per la sua arte, a performare le proprie creazioni fin quando la luce lo permetterà” recita l’evento che si prefigge di essere il preludio a qualcosa di più grande.

Sulla pagina Facebook de LA PIAZZA DEGLI INDIPENDENTI troviamo esposti, sotto forma di brevi video, i “12 articoli” del codice da cui si evince come l’attenzione sia rivolta verso l’artista e la sua arte, e che l’obbiettivo sia quello di portare all’attenzione di tutti, come la città di Bologna si stia effettivamente risvegliando, mostrando tutto quello che è spesso ignorato, il rumore che risuona dalle cantine alle soffitte, dove si celano i piccoli angoli segreti in cui l’artista può far esplodere la sua creatività, l’arte che troppo spesso è celata ai molti.

Durante il corteo di artisti che da Piazza del Nettuno si muoverà in un ipotetico cerchio che coprirà, via Rizzoli, Le due Torri, via Zamboni nella zona Universitaria, passando per piazza Verdi, Largo Respighi, via delle Moline, via Righi e da via Indipendenza terminare in Piazza Maggiore il corteo sarà seguito da un cameramen che riprenderà i momenti salienti e un carretto-bar in occasione della festa di Laurea di uno dei due “Sognatori”, come amano definirsi Spartaco Zampogna e Nicolò Razzi, che “impugnanti un megafono grideranno il Nostro urlo indipendente, propagandolo per tutta Bologna, l’Emilia-Romagna, l’Italia e… chissà se non usciremo mai anche dal confine!”

Ebbene si, l’arte non è solo fama, ricchezza, sesso sfrenato, ville, barche e altre storie del genere. È la semplice condivisione di un momento di esistenza, essenza stessa dell’arte.

L’invito è aperto a TUTTI, artisti e fruitori d’arte.

Di seguito alcune istruzioni pubblicate sull’evento:

“Per i musicisti: portate strumenti acustici! Dalle chitarre ai fiati passando per i contrabbassi e le percussioni. Per quanto riguarda il repertorio proporremo sulla pagina alcuni brani di artisti indipendenti e semi indipendenti meno conosciuti e tramite dei sondaggi capiremo quali saranno le canzoni preferite per poi postare gli accordi affinché tutti possano suonarle.

Per i pittori: portate le tele, i cavalletti e i pennelli e, quando ci fermeremo, dipingete con tecnica impressionista le sensazioni del momento.

Per i teatranti/mimi: venite con i vostri costumi e improvvisate una recita che renda l’idea della marcia della musica indipendente verso la sua affermazione.
Per i giocolieri: portate il vostro estro per condire di gioia e colore questa euforica marcia per la rinascita dell’arte indipendente.

Per i fotografi: non esitate a fare delle foto artistiche sfruttando le inquadrature che meglio raccontino questa bellissima giornata.

Per i cineasti: aiutate i nostri videomaker a scegliere le modalità migliori di ripresa e volendo aggiungetevi alle riprese! Inoltre se vi vengono in mente delle sceneggiature efficaci per rendere meglio nel video l’idea della piazza degli indipendenti contattateci!

Per i poeti e gli scrittori: dedicateci la più bella delle poesie indipendenti.

Per i fruitori: venite a supportare i vostri artisti preferiti!!!”

 

di Andrea Turone

Scroll To Top