Boy George: 15 mesi in gattabuia

Eh sì, George, o meglio, George O’Dowd, questa volta l’hai fatta grossa. Il sequestro di persona tendenzialmente non piace alle giurisdizioni, dunque ti tocca farti 15 mesi di carcere.

Questa la sentenza emessa da un tribunale inglese nei giorni scorsi.

Il celebre artista è risultato colpevole di aver legato al letto, picchiato e imprigionato un escort uomo, tale Audun Carslen, presso la sua dimora londinese lo scorso Aprile 2007. Tutto ciò sarebbe stata la conseguenza di un tentativo da parte dell’escort di appropriarsi di foto contenute nel laptop di George. “Fottuta troia! Ora avrai quel che ti meriti” avrebbe detto l’artista all’uomo annunciandogli così la turgida faccenda.

Il cantante ha rifiutato di commentare pubblicamente l’accaduto, limitandosi ad un “mi piace pensare di poter dire molto stando zitto; dirò soltanto questo: la grandezza di una persona non è determinata dagli errori che essa commette”, durante il suo ultimo concerto londinese, lo scorso 17 Dicembre.

Fonte: nme.com

Scroll To Top