British Independent Film Awards 2014, le nomination

È un anno d’oro per i film indipendenti made in UK, che hanno popolato le sale di molti festival, a partire da Cannes, passando per il Telluride, Venezia, Toronto e, ovviamente lo stesso BFI London Film Festival.

Rassegne nelle quali titoli come “Mr Turner“, “The Imitation Game“, “Catch Me Daddy“, “Frank“, “‘71” e “Pride” — che possono vantare volti famosi e attualmente molto quotati nel loro cast, tra cui Michael Fassbender, Keira Knightley, Timothy Spall, Benedict Cumberbatch, Bill Nighy, Dominic West, Andrew Scott —  hanno incontrato il pieno favore della critica, e alcuni di questi nomi e titoli, molto probabilmente finiranno nelle cinquine degli Oscar.

E ora che si avvicina l’annuale cerimonia di premiazione del cinema indipendente britannico, iniziata nel 1998 e giunta alla sua diciassettesima edizione, il British Film Institute ha divulgato la lista delle nomination ai British Independent Film Awards 2014, che, a detta dei responsabili della premiazione Johanna Von Fischer e Tessa Collinson, «è stata frutto di una selezione piuttosto ardua, in un anno da record come l’ultimo».

A decidere chi saranno i vincitori è una giuria di professionisti indipendenti, presidente della quale è quest’anno Tom Hooper (regista di “Il Discorso Del Re“, vincitore dell’edizione 2010,  e “I Miserabili”), che commenta:

Sono onorato di presiedere la giuria del Moët BIFA quest’anno. È stato un anno davvero intenso per il cinema qui in Gran Bretagna e sono impaziente di aiutare i migliori film indipendenti a ricevere il riconoscimento che meritano

I vincitori saranno annunciati in una cerimonia che avrà luogo il prossimo 7 dicembre all’Old Billingsgate, a Londra (vedi sotto per la diretta streaming).

Ecco la lista:

Best British Independent Film
“’71″
“Calvary”
Mr. Turner
Pride
“The Imitation Game”

Miglior regista
John Michael McDonagh – “Calvary”
Lenny Abrahamson – “Frank
Matthew Warchus – “Pride”
Mike Leigh – “Mr. Turner”
Yann Demange  – “’71″

The Douglas Hickox Award [Best debut director]
Daniel Wolfe, Matthew Wolfe – “Catch Me Daddy”
Hong Khaou – “Lilting”
Iain Forsyth, Jane Pollard – “20.000 Days on Earth
Morgan Matthews – “X+Y
Yann Demange –  “’71″

Miglior sceneggiatura
Graham Moore – “The Imitation Game”
Gregory Burke  – “’71″
John Michael McDonagh – “Calvary”
Jon Ronson, Peter Straughan – “Frank”
Stephen Beresford – “Pride”

Migliore attrice protagonista
Alicia Vikander – “Testament of Youth”
Cheng Pei Pei – “Lilting”
Gugu Mbatha-Raw – “Belle”
Keira Knightley – “The Imitation Game”
Sameena Jabeen Ahmed – “Catch Me Daddy”

Migliore attore protagonista
Asa Butterfield – “X+Y”
Benedict Cumberbatch – “The Imitation Game”
Brendan Gleeson – “Calvary”
Jack O’Connell – “’71″
Timothy Spall – “Mr. Turner”

Migliore attrice non protagonista
Dorothy Atkinson – “Mr. Turner”
Imelda Staunton – “Pride”
Maggie Gyllenhaal – “Frank”
Sally Hawkins – “X+Y”
Sienna Guillory – “The Goob

Migliore attore non protagonista
Andrew Scott – “Pride”
Ben Schnetzer – “Pride”
Michael Fassbender – “Frank”
Rafe Spall – “X+Y”
Sean Harris – “’71″

Migliore attore o attrice emergente
Ben Schnetzer – “Pride”
Cara Delevingne – “The Face of an Angel”
Gugu Mbatha-Raw – “Belle”
Liam Walpole – “The Goob”
Sameena Jabeen Ahmed – “Catch Me Daddy”

Miglior produzione
“’71″
“20.000 Days on Earth”
“Catch Me Daddy”
“Lilting”
“The Goob”

Categorie tecniche
Chris Wyatt (montaggio) – “’71″
Dick Pope (fotografia) – “Mr. Turner”
Robbie Ryan (fotografia) – “Catch Me Daddy”
Stephen Rennicks (musica) – “Frank”
Tat Radcliffe (fotografia) – “’71″

Miglior documentario
“20.000 Days on Earth”
“Next Goal Wins”
“Night Will Fall”
“The Possibilities Are Endless”
“Virunga”

Best British short
Crocodile
Emotional Fusebox
Keeping Up with the Joneses
Slap
The Kármán Line

Miglior film indipendente internazionale
“Blue Ruin”
Boyhood
“Fruitvale Station”
Ida
The Babadook

The Raindance Award
“Flim: The Movie…”
“Gregor”
“Luna”
“Keeping Rosy”
“The Beat beneath My Feet”

Fonte: BFI

Scroll To Top