British Independent Film Awards 2014, i vincitori

Sono stati consegnati questa sera all’Old Billingsgate di Londra i British Independent Film Awards (BIFA) 2014, i premi dedicati al meglio del cinema indipendente made in UK (qui le nomination).

La giuria ha votato come Best Independent British Film “Pride” di Matthew Warchus, dall’11 dicembre nelle nostre sale, che ha conquistato anche due riconoscimenti per le interpretazioni di Imelda Staunton e Andrew Scott, entrambi non protagonisti.

Iain Forsyth e Jane Pollard sono stati premiati come registi esordienti per il documentario dedicato a Nick Cave, “20.000 Days on Earth“, che abbiamo visto il mese scorso al Torino Film Festival. “Frank“, il film di Lenny Abrahamson con Michael Fassbender, Domhnall Gleeson e Maggie Gyllenhaal, ha ricevuto due BIFA, uno per la sceneggiatura di Jon Ronson e Peter Straughan, e l’altro per la musica di Stephen Rennicks.

A Yann Demange è andato il premio come miglior regista di “’71“, il dramma (anche questo presentato a Torino) ambientato a Belfast durante i Troubles degli anni 70. “The Goob” di Guy Myhill, premiato come miglior produzione, era alla Mostra di Venezia nel programma delle Giornate degli Autori. Ancora inedito in Italia, purtroppo, “Calvary” di John Michael McDonagh che ha visto vincere Brendan Gleeson come migliore attore protagonista.

Ecco l’elenco completo dei vincitori:

Miglior film indipendente britannico
Pride” di Mattjew Warchus

Miglior regista
Yann Demange per “’71″

Miglior regista esordiente
Iain Forsyth e Jane Pollard per “Nick Cave – 20.000 Days on Earth

Migliore sceneggiatura
Jon Ronson e Peter Straughan per “Frank” di Lenny Abrahamson

Migliore attrice protagonista
Gugu Mbatha-Raw per “La ragazza del dipinto – Belle” di Amma Asante

Migliore attore protagonista
Brendan Gleeson per “Calvary” di John Michael McDonagh

Migliore attrice non protagonista
Imelda Staunton per “Pride” di Matthew Warchus

Migliore attore non protagonista
Andrew Scott per “Pride” di Matthew Warchus

Migliore attore o attrice emergente
Sameena Jabeen Ahmed per “Catch Me Daddy” di Daniel Wolfe

Miglior produzione
The Goob” di Guy Myhill

Categorie tecniche
Stephen Rennicks (musica) per “Frank” di Lenny Abrahamson

Miglior documentario
“Next Goal Wins” di Mike Brett e Steve Jamison

Miglior cortometraggio
“The Kármán Line” di Oscar Sharp

Miglior film indipendente internazionale
Boyhood” di Richard Linklater

The Raindance Award
“Luna” di Dave McKean

The Variety Award
Benedict Cumberbatch

The Richard Harris Award
Emma Thompson

Premio Speciale della Giuria
John Boorman

Scroll To Top