Burzum: Ci sarà un nuovo album

Appena uscito di prigione, dopo l’incarcerazione durata quasi sedici anni… il signor Varg Vikernes non si accontenta di lavorare alla sua fattoria; stando a quanto riporta una rivista norvegese, che lo ha intervistato, avrebbe già finito di scrivere nove canzoni in vista di un prossimo album, che spera di poter realizzare ufficialmente l’anno prossimo. In effetti il tempo per comporre non gli è mancato…

Per chi teme nell’ennesimo colpo di testa, dopo le affermazioni di qualche anno fa in cui denigrava le chitarre perché provenienti da culture inferiori, c’è una buona notizia: “Sarà metal, e i fan possono aspettarsi qualcosa di realmente Burzumiano”, parole sue.
Le case discografiche, nell’attesa, sono tutte intente a ronzargli intorno nell’attesa di accaparrarsi il ghiotto boccone.

Non è tutto: arriverà anche un libro, scritto nel periodo di incarcerazione, che racconterà la sua versione dei primi anni del black metal, incendi alle chiese compresi.
“Non sono la persona che hanno ritratto i media. Coloro che mi conoscono veramente sanno che quello che è stato scritto su di me non corrisponde esattamente al vero. In parte è anche mia la colpa. È questo il motivo del libro. Voglio lasciarmi dietro le spalle quel che è successo e cominciare una nuova fase della mia vita.”

La schiera dei denigratori può ricominciare a deriderlo e insultarlo.
La schiera dei supporter può ricominciare ad adorarlo.

Fonte: Greven

URL Fonte: http://www.dagbladet.no/2009/07/04/magasinet/innenriks/kriminalomsorg/kirkebrann/drapsdom/7051663/

Scroll To Top