Ca’ Foscari Short Film Festival: Ultimo giorno

Terzo e ultimo giorno del Ca’ Foscari Short Film Festival, in corso presso l’auditorium Santa Margherita di Venezia. Oggi parlano i giovani registi Emmanuelle Nicot, francese e autrice di “Rae”, il duo Dario Di Viesto e Federico Spiazzi, alla regia di “Napoleone è pazzo” e Caterina Shanta con “È troppo vicino per mettere a fuoco”. I temi toccati spaziano dalla violenza sulle donne all’avventura di attori detenuti e, infine, alla vicenda di due padri, militari ma al lavoro per eserciti diversi.

Il programma di domani, ultima giornata del festival, prevede la proiezione alle 15 degli ultimi cortometraggi in concorso: More than ice-cream Wong-Kwong, documentario di Riley Leung e primo lavoro proveniente da Hong Kong nella storia del festival, il dramma etico in ambiente militare dell’israeliano Trespasser di Nicky Ilan, il belga Arnaud Dufeys con Atomes, l’ultimo italiano in concorso, Cataldino Santoro, con Il più bel giorno della mia vita, Anna et Jerome di Melanie Delloye direttamente dalla New York University e, infine, l’indiano Chowraha (Crossroads) di Nikhil Patil.
Alle 19.30 si terrà poi la cerimonia di chiusura del festival che inizierà con un grande spettacolo musicale a cura di Guillermo Gonzales e Zeno Fatti, i quali reinterpreteranno alcune storiche colonne sonore con un montaggio video inedito. A seguire Fabio Bonso, direttore artistico del RuvidoTeatro, metterà in scena uno spettacolo mimato ispirato a tre grandi film della storia del cinema: Les enfants du Paradis di Marcel Carné, Tempi moderni di Charlie Chaplin e Così lontano così vicino di Wim Wenders. La serata si concluderà con l’annuncio dei vincitori e la consegna dei premi per Concorso Internazionale, Concorso Veneto e Concorso sceneggiature brevi.Fonte: Comunicato

Scroll To Top