Cannes 2009: Tra gli italiani è gara aperta

L’esperienza ci dice che non sono i grandi nomi a fare i grandi film, e nemmeno i grandi festival.

Stavolta però c’è chi è pronto a scommettere che la 62esima edizione del Festival di Cannes (13-24 maggio 2009) sarà sorprendente. Registi come Francis Ford Coppola, Pedro Almodovar, Cristian Mungiu, Michael Haneke, i fratelli Coen, Fatih Akin, Lars Von Trier, Ang Lee, Ron Howard e Quentin Tarantino fanno sperare in una kermesse a cinque stelle.

Noi cuginetti italiani siamo in lizza con tre lungometraggi che sgomitano per farsi spazio sull’ambita passerella d’oltralpe. A tentare la fortuna sono Luca Guadagnino con “Io Sono l’Amore”, Michele Placido con “Il Grande Sogno” e Giuseppe Tornatore con “Baaria”.

Certo, pensare che solo un anno fa da Cannes uscivano film come “Gomorra” o “Il Divo” rende qualunque successo difficilmente replicabile. Ma da quand’è che a noi italiani manca la speranza?

Scroll To Top