Cannes 2015 — I vincitori di Un Certain Regard

In attesa di conoscere, domenica sera, il vincitore della Palma d’Oro e di tutti gli altri premi del Concorso ufficiale, al Festival di Cannes 2015 si chiude la competizione della sezione Un Certain Regard.

Miglior film è “Hrútar” di Grímur Hákonarson (Islanda, nella foto) mentre il premio della giuria va a “Zvizdan” di Dalibor Matanić (Croazia).

Miglior regista è Kiyoshi Kurosawa per “Journey to the Shore” (Giappone), ill Prix Un Certain Talent va a “Comoara – The Treasure” di Corneliu Porumboiu, (Romania), e il Prix de l’Avenir a “Masaan” di Neeraj Ghaywan (India) ex aequo con “Nahid” di Ida Panahandeh (Iran) .

La giuria di Un Certain Regard 2015 era composta da Isabella Rossellini (presidente), Haifaa Al-Mansour (la regista di “La bicicletta verde”), Nadine Labaki, Panos H. Koutras e Tahar Rahim (a Cannes anche come protagonista di “Les Anarchistes” di Elie Wajeman a fianco Adèle Exarchopoulos, presentato alla Semaine de la Critique).

L’anno scorso il film vincitore di Un Certain Regard è stato “White God – Sinfonia per Hagen” di Kornel Mundrucźo, mentre “Forza maggiore” di Ruben Östlund ha ricevuto il premio della giuria. Entrambi sono usciti in Italia nelle scorse settimane.

11296312_10206851840637097_1189186812_o

Un Certain Regard – La premiazione

kurosawa-premio

Kiyoshi Kurosawa ritira il premio

Scroll To Top