Cannes 2016: Il programma completo della Semaine de la Critique

Dopo la diffusione del programma della selezione ufficiale di Cannes 2016, è stato rivelato oggi il quello della 55ma  Semaine de la Critique, che si terrà dal 14 al 22 maggio prossimi, e comprende anche un’opera prima italiana, ovvero il film di Alessandro Comodin  “I Tempi Felici Verrano Presto”, già conosciuto grazie al documentario “L’Estate di Giacomo”. Nella selezione, anche i cortometraggi di Laetitia Casta e Chloë Sevigny.

La giuria della Semaine è composta da Valerie Donzelli (Presidente di giuria), Alice Winocour, Nadav Lapid, David Robert Mitchell, Santiago Mitre.

Ecco il programma completo della Semaine de la critique 2016.

 

Film d’apertura:

Victoria, de Justine Triet (France)

 

Film in competizione:

Albüm, di Mehmet Can Mertoğlu (Turchia)

Diamond Island, di Davy Chou (Cambogia/Francia)

Grave, di Julia Ducourneau (Francia)

Mimosas, di Oliver Laxe (Spagna)

Shavua Ve Yom, di Asaph Polonsky (Israele)

Tramontane, di Vatche Boulghourjian (Libano)

A Yellow Bird, di K. Rajagopal (Singapore)

 

Films di chiusura:

Bonne figure, de Sandrine Kiberlain (Francia) (cortometraggio)

En moi, di Laetitia Casta (Francia) (cortometraggio)

Kitty, di Chloë Sevigny (USA) (cortometraggio)

 

Special Screening:

I tempi felici verranno presto, di Alessandro Comodin (Italia)

Apnée di Jean-Christophe Meurisse (Francia)

 

Cortometraggi in competizione:

Arnie, di Rina B. Tsou (Taïwan/Philippines)

Aascensão, di Pedro Peralta (Portogallo)

Campo de Viboras, di Cristèle Alves Meira (Portogallo)

O Delírio é a redenção dos aflitos, di Fellipe Fernandes (Brasile)

L’Enfance d’un chef, di Antoine de Bary (Francia)

Limbo, di Konstantina Kotzamani (Grecia)

Oh what a wonderful feeling, di François Jaros (Canada)

Prenjak, di Wregas Bhanuteja (Indonesia)

Le Soldat vierge, di Erwan Le Duc (Francia)

Superbia, di Luca Tóth (Ungheria)

 

 

Scroll To Top