Cannes e Dintorni 2015 a Milano, i film in programma

È stato presentato questa mattina a Milano il programma di Cannes e Dintorni 2015, la rassegna che dal 12 al 18 giugno porterà nelle sale cittadine una selezione di film appena presentati al Festival di Cannes.

Ieri, parlando del calendario di Cannes a Roma, l’analoga manifestazione che prenderà il via domani nella Capitale, facevamo notare l’assenza di “Dheepan”, il film Palma d’Oro di Jacques Audiard, annunciato invece a Milano. Oggi è invece arrivata la conferma che “Dheepan” non potrà far parte nemmeno della rassegna lombarda: «la copia era già pronta ma il regista ci ha fermato perché vuole ritoccare un po’ il montaggio», spiegano gli organizzatori.

Del concorso di Cannes, a Milano si vedranno dunque gli stessi film presenti a Roma: “Mon Roi” di Maïwenn (vincitore del premio per la migliore attrice Emmanuelle Bercot, es-aequo con la Rooney Mara di “Carol”), “Son of Saul” di László Nemes (Grand Prix), “Mountains May Depart” di Jia Zhang-ke, “Our Little Sister” di Hirokazu Kore-eda e “The Lobster” di Yorgos Lanthimos (Premio della Giuria, nella foto).

I titoli presenti sono in totale ventisette per 50 proiezioni, su circa 12mila posti disponibili. Già prenotati dagli spettatori milanesi più di 3mila biglietti.

I cinema coinvolti saranno l’Anteo spazioCinema, l’Apollo spazioCinema, l’Arcobaleno Filmcenter, il Beltrade, il Colosseo Multisala, il Ducale Multisala, l’Eliseo Multisala, il Cinema Mexico, l’Orfeo Multisala, il Cinema Palestrina, il Plinius Multisala e il Teatro Elfo Puccini.

Il calendario completo e le informazioni per l’acquisto dei biglietti sono consultabili su lombardiaspettacolo.com

«Come associazione di esercenti cinematografici crediamo nel ruolo della sala come spazio che propone film ma è anche centro d’aggregazione culturale a 360°. Pensiamo che in sala si possa avere l’esperienza visiva migliore e perciò sosteniamo iniziative come questa», commenta Enrico Signorelli, presidente di Anec Lombarda.

«La completezza del programma quest’anno è stata assicurata dal Comune — aggiunge l’assessore Filippo Del Corno — dopo la crisi degli anni scorsi per la scomparsa della Provincia. L’iniziativa quest’anno è legata al corposo programma EXPO in città, un’idea del nostro laboratorio che vuole portare i visitatori nel tessuto urbano. Il Ministero dei beni culturali ha assicurato un finanziamento speciale per le attività dei sei mesi di EXPO e lo abbiamo usato per questa rassegna cinematografica».

Il budget garantito dal Comune è di 75mila euro per tutte le manifestazioni collegate a Le vie del cinema (oltre a Cannes, nel corso dell’anno vengono coinvolti anche altri festival). L’introito previsto dal botteghino, dice ancora Del Corno, è di 95mila euro: «è il pubblico che ci sostiene».

Scroll To Top