Cannes a Roma, il programma della rassegna

È stato reso noto questa mattina in conferenza stampa il programma di Cannes a Roma, la rassegna cinematografica che dal 10 al 16 giugno porta nelle sale della capitale una selezione dei film appena passati al festival francese.

Dei titoli in concorso vedremo il vincitore della Palma d’Oro “Winter Sleep” di Nuri Bilge Ceylan, “Deux jours, une nuit” dei fratelli Dardenne, “Relatos Salvajes” di Damián Szifron, “Jimmy’s Hall” di Ken Loach, “Sils Maria” di Olivier Assayas, “Leviathan” di Andrej Zvyagintsev (premio per la migliore sceneggiatura), “Timbuktu” di Abderrahmane Sissako e “Mommy” di Xavier Dolan (premio della giuria).

Dal fuori concorso “Coming Home” di Zhang Yimou, da Un Certain Regard il vincitore della Caméra d’Or “Party Girl“, dalla Quinzaine de Réalisateurs “National Gallery” di Frederick Wiseman.

Da questo link è possibile scaricare il calendario completo in formato pdf.

Cannes a Roma coinvolge i cinema Alcazar, Eden Film Center, Greenwich e Quattro Fontane.

Il biglietto ha un costo di  7 euro (ridotto a 6 per studenti, over 60 e iscritti SNCCI). È anche possibile sottoscrivere una Fidelity Card che dà diritto ad un ingresso omaggio ogni cinque biglietti acquistati.

La manifestazione è organizzata dall’ANEC Lazio con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale e dell’Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio.

La selezione della Quinzaine des Réalisateurs è realizzata quest’anno in collaborazione con le veneziane Giornate degli Autori.

«Crediamo che il futuro dei festival – spiega il direttore delle Giornate, Giorgio Gosetti – stia nella loro capacità di creare e collaborare insieme, cercando di formare un pubblico nuovo e attento alle diversità. Per questo le Giornate dal 2013 hanno stretto una partnership culturale con il Tribeca Film Festival e, da sempre, un gemellaggio con la Quinzaine; rassegna indipendente che del resto, come noi, è promossa da un’associazione di autori cinematografici, la SRF.

Di fronte ad un momento critico del sostegno pubblico e di diffusa difficoltà economica, abbiamo ritenuto doveroso, come del resto l’Anec, impegnarci in prima persona perché il meglio dei film di Cannes fosse visibile in Italia e ci siamo dedicati ad un partner naturale come la Quinzaine. Questo è, secondo noi, un piccolo segno di responsabilità culturale e un modo semplice ma importante per rilanciare la sfida del buon cinema nel nostro paese e dare al pubblico un’offerta artistica giovane, vitale, veramente internazionale. E dunque… Bienvenus les amis! Prossima tappa, Venezia».

Fonte: Anec Lazio

Scroll To Top