Carpisa Neapolis Festival 2008: Novità nel cast

I Rem tornano al Carpisa Neapolis Festival 2008.
A Napoli una delle più grandi rockband al mondo: nel 2003 fu straordinario il rapporto che i Rem riuscirono a stabilire con la produzione del festival (restando ospiti un giorno in più), e unico l’happening che Michael Stipe e soci riuscirono a realizzare con Patti Smith (altra star di quella edizione), ed ora, di nuovo, al Carpisa Neapolis Festival per un’altra serata indimenticabile con Editors e These New Puritans sullo stesso palco.
L’edizione 2008 vedrà anche i Massive Attack, gli Almamegretta, che hanno scelto il festival per l’attesissima reunion con Raiz, ed una serata tutta italiana con Elio e le Storie Tese, i Baustelle e i Bluvertigo (la band di Morgan torna sulla scena dopo sette anni di congelamento).
Location: l’area della Mostra d’Oltremare di Napoli, con l’annessa Arena Flegrea.

Sui vari palchi si inizierà a suonare dalle ore 16.
Si comincerà giovedi 17 luglio, con una delle più belle espressioni della musica britannica, i Massive Attack, laboratorio musicale tra i più fertili in terra inglese.

Nella stessa sera, sullo stesso palco, dopo anni di percorsi artistici separati, gli Almamegretta ritroveranno Raiz: “In questa famiglia c’è e ci sarà sempre posto per chi è partito per sperimentare nuovi orizzonti ma di tanto in tanto ritorna”, dice la stessa band “Questo è lo spirito che ci fa riunire per il concerto di apertura ai Massive Attack del 17 luglio: sarà un’occasione per ritrovarsi insieme su un palco della nostra città dopo anni e, perdipiù, in compagnia di uno dei gruppi che per noi è stato sempre fonte di ispirazione; sarà un banco di prova per vedere – e per far vedere! – quanto potenziale ha ancora la formazione originaria di questa band“.

Sarà anche proiettato “Biutiful Countri”, il docu-film che denuncia le condizioni del territorio campano disseminato di oltre 1200 discariche abusive.
A margine, un incontro on stage con regista e produzione e il live-set dei salernitani Paranza Vibes presenti nella colonna sonora del film.

In tal senso il festival sposa anche l’iniziativa “Edison Change The Music”, il primo progetto musicale a basso impatto ambientale. Oggi il progetto prevede l’acquisizione, da parte del pubblico, della consapevolezza che ascoltare musica dal vivo vuol dire consumare energia influendo sull’ambiente. In futuro il Neapolis Festival si impegnerà a far sentire la musica risparmiando energia.

Nell’area del festival, come ogni anno, di grande interesse la Fiera espositiva: ci saranno gli stand delle “label indipendenti”; dei magazine e delle web magazine; ci saranno le mostre di fumetto e fotografiche; e, ancora, gli stand delle associazioni di volontariato molto attive nel sociale, oltre a quelli tradizionali, gastronomici con pizza napoletana e non solo,.

Costo biglietto:

17 luglio: euro 25 + 3,50 d.p.
23 luglio: euro 30 + 4,50 d.p.
24 luglio: euro 15 + 2 d.p.

Costo abbonamento 23 e 24 luglio: euro 40 + 6 d.p.
È possibile acquistare i biglietti presso le prevendite abituali o su internet.

URL Fonte: http://www.neapolis.it

Scroll To Top