Cate Blanchett e Isabelle Huppert in scena a New York

Cate Blanchett e Isabelle Huppert sono in scena dal 6 al 16 agosto al Lincoln Center Theater di New York con “The Maids” (“Le Serve”) di Jean Genet; con loro sul palco anche la giovane Elizabeth Debicki (era Jordan Baker in “il Grande Gatsby” di Baz Luhrmann).

Lo spettacolo, diretto da Benedict Andrews, presenta il testo di Genet in una nuova traduzione a cura dello stesso regista e di Andrew Upton, drammaturgo nonché marito di Cate Blanchett che con lei ha co-diretto la Sydney Theatre Company (STC) dal 2008 al 2013. Attualmente, con il ritorno di lei sugli schermi cinematografici (e annesso Oscar per “Blue Jasmine”), Upton è direttore unico della compagnia. E questo “The Maids” è proprio una produzione della loro STC.

In una recente intervista al New York Times, Cate Blanchett e Isabelle Huppert parlano dei propri personaggi, le “Serve” assassine Claire e Solange:

«Quello di Genet sembra un testo semplice, un gioco, ma poi ti rendi conto che c’è sotto qualcosa di molto più complesso e pericoloso. Le protagoniste discutono continuamente su quale delle due sia la più forte, la più coraggiosa, la più nobile. Cercano di innalzarsi e poi distruggersi a vicenda: la loro è una lotta per il potere e il dominio, ma anche per la sottomissione», spiega Blanchett.

«Veniamo da paesi diversi con diverse tradizioni — aggiunge Huppert (lei è francese, Blanchett australiana, ndr.) — ma abbiamo anche molto in comune. Innanzitutto lavoriamo entrambe sia al cinema sia in teatro, cosa non molto frequente, e abbiamo una lunga esperienza di recitazione su testi classici. Questo nuovo adattamento di “The Maids”, poi, conduce il linguaggio di Genet in una dimensione che non credo avrei potuto sperimentare recitandolo in francese. Lo sento molto più contemporaneo, più duro».

Fonte: NY Times

Scroll To Top