Chirurgia plastica: Arrivano le Tette-Musicali!

La musica potrebbe presto entrare in stretto contatto con il seno.
L’analista Ian Pearson ha infatti ideato un progetto che si pone in concorrenza con la classica protesi in silicone. Al magazine “Sun”, l’eccentrico medico ha dichiarato: “È molto difficile per me, attualmente, pensare alle protesi mammarie come a oggetti puramente decorativi. Ma se una donna si fa impiantare qualcosa in maniera permanente, tanto vale che sia utile”. E così, Ian ha pensato bene di mettere dentro le tette dei microchip per immagazzinare musica. O meglio: in un seno troverebbe comodamente posto un lettore Mp3, nell’altro l’intera collezione musicale della “rifatta”. Il segnale inviato dalle “tette musicali”, sarà collegato a una cuffia, mentre un dispositivo bluetooth, legato al polso, servirà a controllare l’intero apparecchio.
L’analista si vale di approfonditi studi che dimostrerebbero che i sensori attorno al corpo collegati da impulsi elettrici potrebbero servire a scopi terapeutici, avvisando le procaci proprietarie di soffi al cuore, aumenti della pressione, diabete e cancri al seno.
Prontamente, i laboratori inglesi della BT Futurology stanno già lavorando all’attuazione di questo progetto di protesi, creando chip per immagazzinare musica dentro il decolté!

A questo punto, la considerazione che viene spontanea è: che figli avremo se nelle tette – non sia mai – oltre al latte, gusteranno la musica di Gigi d’Alessio?

Scroll To Top