Christopher Nolan ospite dello Slamdance Film Festival

A poca distanza dal Sundance Film Festival, in corso proprio in questi giorni a Park City nello Utah, si sta svolgendo un’altra manifestazione dedicata al cinema indipendente, lo  Slamdance Film Festival.

Christopher Nolan, che allo Slamdance aveva presentato nel 1999 la sua opera d’esordio “Following”, nel fine settimana ha partecipato a un incontro organizzato dal festival: l’occasione è stata la consegna al regista del Founder’s Award in una sala della Treasure Mountain Inn.

Nolan ha raccontato di aver girato “Following” a 29 anni «con la collaborazione di un gruppo di amici durante i fine settimana» e che poi, grazie al duro lavoro e ad un costante impegno nell’autopromozione, è riuscito a far sì che dei potenziali finanziatori notassero il suo progetto successivo, “Memento”, presentato l’anno dopo al Sundance.

A chi gli domandava se, dopo la trilogia di “Batman” (“Batman Begins”, “The Dark Knight”, “The Dark Knight Rises”) e titoli a grosso budget come “Inception”, tornerà a concentrarsi anche su film più piccoli, Nolan ha risposto che le sue scelte sono guidate solo dall’interesse «verso le storie, cerco di non pensare troppo al perché mi venga voglia, o meno, di girare un film: a volte è anche una questione di opportunità che possono presentarsi oppure no».

Christopher Nolan tornerà intanto al cinema quest’anno con il fantascientifico “Interstellar” che vede nel cast Matthew McConaughey, Anne Hathaway e Jessica Chastain (qui il teaser trailer).

Fonte: Variety

Scroll To Top